Azzolina: “Il docente a processo per minacce contro di me è stato assunto dalla Lega al ministero dell’Istruzione”

Fatto_lofo15

di Virginia Della Sala, Il Fatto Quotidiano,  19.3.2021.

Il neocollaboratore del sottosegretario del Carroccio si chiama Pasquale Vespa ed è imputato per diffamazione reiterata a mezzo stampa e minacce gravi ai danni dell’ex ministra dell’istruzione. Che denuncia: “Ha trascorso gli ultimi due anni della sua vita ad insultarmi pubblicamente, fomentare aggressioni verbali e allusioni sessuali. Minacciarmi di morte. Un cyberbullo, a tutti gli effetti”. Ma il leghista difende la sua scelta e sminuisce le accuse: “E’ una spina nel fianco per la deputata”

“Il sottosegretario all’Istruzione ha un nuovo collaboratore: è un docente imputato in un procedimento penale per diffamazione reiterata a mezzo stampa e minacce gravi. Ma il ministro Bianchi cosa ne pensa?”. La denuncia è dell’ex ministra M5s Lucia Azollina, che nei mesi scorsi è stata oggetto delle offese e degli attacchi: il processo inizierà a Napoli il prossimo 9 aprile. L’imputato è Pasquale Vespa, prof precario che nelle scorse ore ha annunciato il nuovo incarico al dicastero con il sottosegretario del Carroccio Rossano Sasso. “Vespa”, spiega Azzolina a ilfattoquotidiano.it, “ha portato avanti una campagna quotidiana contro di me. È un sindacalista e un precario che però non vuole il concorso, ma chiede quella sanatoria per cui da tempo i leghisti si battono. Tanto che non ha voluto partecipare nemmeno a quello straordinario riservato proprio ai precari”. Poi su Facebook ha aggiunto: “Vespa ha trascorso gli ultimi due anni della sua vita ad insultarmi pubblicamente, fomentare aggressioni verbali e allusioni sessuali. Minacciarmi di morte. Un cyberbullo, a tutti gli effetti“.

Il neoassunto Vespa sul profilo Facebook si definisce “Ingegnere, Giornalista, Sindacalista, Docente Precario, Direttore di NapoliTime, Coordinatore UIL Scuola Precari Campania, Presidente Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori #AnDDL. Presidente Ass. Ecomuseo del Mare e della Pesca”. Ieri appunto ha annunciato, sempre sui social, di essere appena entrato a far parte dello staff del sottosegretario all’Istruzione leghista, lo stesso che nelle scorse settimane è salito agli onori della cronaca, non solo per aver attribuito a Danteuna citazione di Topolino, ma anche perché sposato con un’avvocata specializzata in ricorsi sulla scuola. E proprio Sasso è intervenuto in difesa del neoassunto: “L’onorevole Azzolina non è nuova ad attacchi nei confronti di insegnanti e dirigenti scolastici che hanno manifestato dissenso nei confronti delle sue politiche”, ha esordito su Facebook citando il caso del preside di Vo’ sul quale è stato aperto (e poi archiviato) un procedimento disciplinare nei mesi scorsi. Ma soprattutto Sasso ha sminuito le minacce che invece hanno portato a processo il suo nuovo collaboratore: “Il professor Pasquale Vespa, sindacalista e leader nazionale del movimento dei docenti precari, ha sempre rappresentato una spina nel fianco per l’onorevole Azzolina e per le politiche ostili nei confronti del mondo del precariato”. Anzi, secondo il leghista, Sasso sarebbe “un simbolo dei diritti dei lavoratori più deboli, che ha condotto battaglie evidentemente dure e scomode, che adesso si vorrebbe fare passare come uno stalker e come un molestatore”.

La denuncia contro Vespa da parte di Azzolina è arrivata dopo che per mesi, dal suo profilo Facebook, ha pubblicato diversi e costanti post rivolti ad Azzolina, coniando per l’ex ministra nomignoli offensivi e sessisti. Ogni suo post era poi correlato dai commenti dei suoi follower, quasi mai moderati e che spesso alludevano a come fare a chiudere la bocca. E’ lo stesso Vespa a pubblicare un video con frame horror, molto inquietanti, contente streghe, mostri e sangue, che culmina con la scritta: “Da disoccupati saremo il vostro peggiore incubo”. Elementi che hanno contribuito a far finire la ministra sotto scorta. Vespa, qualche tempo fa, a Dagospia aveva replicato che la sua era solo satira.

Oggi Azzolina, su Facebook, racconta: “Ha provato a nascondere i contenuti rimuovendoli dalle proprie pagine, questo non gli ha impedito di essere imputato in un processo che inizierà a breve”, si legge nel post. “Ma non è una questione di legalità. O, almeno, non solo. È una questione di opportunità e di civiltà.Questo signore la sera sfoga i propri istinti sessuali su bocche e rossetti rossi e minaccia di morte un esponente di governo, la mattina dopo si presenta come “educatore” a scuola, laddove si dovrebbero insegnare altri valori, prima di tutto il rispetto e la tolleranza. Questo signore oggi ha responsabilità sul governo della scuola italiana. La scelta del sottosegretario Sasso non mi sorprende, purtroppo. Ma mi chiedo se il Ministro Bianchi sia a conoscenza del fatto che Vespa venga assunto nel suo Gabinetto. E cosa ne pensi”.

.

.

.

.

 

Azzolina: “Il docente a processo per minacce contro di me è stato assunto dalla Lega al ministero dell’Istruzione” ultima modifica: 2021-03-26T17:50:57+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl