Concorso Scuola 2016: ecco come sarà il prossimo. Data e novità

forex-info_logo1

Simone Micocci, Forexinfo.it, 1.6.2016

– Concorso Scuola, quando ci sarà il prossimo? Il Governo sta lavorando sulle modalità di accesso ai prossimi concorsi, ecco quali novità attendono i docenti precari.

Renzi-Giannini16

Concorso Scuola 2016: si è conclusa la prima fase quella relativa alle prove scritte.

I commissari hanno già cominciato lacorrezione dei test e nei prossimi giorni invieranno ai candidati i risultati via email. Intanto, gli USR hanno estratto la lettera dell’alfabeto con cui inizieranno gli esami orali del Concorso Scuola.

Sembra sia andato tutto bene, come confermato dal Ministro Giannini in un’intervista delle ultime ore. Il condizionale però è d’obbligo, perché nonostante il Concorso Scuola 2016 sia un’ottima opportunità di lavoro per molti aspiranti insegnanti di ruolo, tanti altri sono rimasti esclusi.

Infatti, il Concorso Scuola 2016 era aperto solamente agli abilitati. Gli esclusi hanno fatto ricorso, ma difficilmente alla fine verranno ammessi. Quindi, tutti i docenti precari esclusi dal Concorso Scuola e tutti coloro che non riusciranno a rientrare nei 63.712 posti disponibili dovranno aspettare il prossimo concorso docenti per provare ad ottenere il tanto sognato posto di ruolo.

Quando ci sarà il prossimo Concorso Scuola? Le modalità di accesso saranno le stesse o ancora una volta il MIUR effettuerà delle modifiche? Come confermato dal decreto n° del 29 marzo 2016, il Governo sta lavorando per modificare le regole di accesso ai prossimi concorsi a cattedra. Quindi, la prossima volta i requisiti di accesso e la valutazione dei titoli potrebbero essere molto diversi da quelli del Concorso Scuola 2016. Ecco perché.

Scuola: come sarà il prossimo concorso?

Il prossimo Concorso Scuola sarà completamente differente da quello che si sta tenendo in questi giorni, o almeno queste sono le intenzioni del Governo. Sul banco dei lavori ci sono molte proposte di modifica per le regole di accesso ai prossimi concorsi docenti.

Nel dettaglio, tra i requisiti richiesti ci sarà il possesso di un determinato numero di crediti formativi universitari che l’aspirante docente deve aver conseguito nelle discipline antro-psicopedagogiche e in quelle relative alle metodologie e alle tecnologie della didattica. Sembra che nelle idee del Governo, il minimo di CFU richiesti sarà 24.

Inoltre, tra meno di un anno ci potrebbe essere una nuova riforma delle classi di concorso che includerà i docenti e le classi di laurea magistrali. L’obiettivo è di raggiungere una coerenza ai fini dei prossimi concorsi scuola. A quanto pare il MIUR non è soddisfatto degli effetti scaturiti dalla riforma delle classi di concorsoche è stata fatta pochi giorni prima della pubblicazione del bando del Concorso Scuola 2016.

Quando ci sarà il prossimo Concorso Scuola?

Simona Malpezzi e Manuela Ghizzoni sono le deputate PD che stanno lavorando in prima persona per trovare una buona formula per i prossimi concorsi scuola. La loro idea è quella di includere in un unico percorso sia la formazione che il reclutamento e in quest’ottica si collocano i crediti formativi richiesti per poter partecipare al Concorso.

Potrebbe interessarti, TFA o PAS: qual è il nuovo criterio per l’abilitazione?

C’è una novità molto importante però per gli insegnanti precari. Infatti, mentre negli anni passati i concorsi scuola si tenevano ogni 4 anni circa, i successivi avranno una cadenza annuale. I test ancora una volta saranno a numero chiuso e chi risulterà vincitore avrà accesso ad un percorso triennale di formazione e apprendistato così strutturato:

  • nel primo anno l’aspirante docente conseguirà un “diploma di specializzazione”;
  • nel secondo e terzo anno cominceranno ad insegnare nelle classi. Inizialmente saranno sotto la supervisione di un tutor, ma a fine percorso saranno totalmente autonomi.
  • l’apprendistato triennale sarebbe retribuito e valido ai fini previdenziali.

Tuttavia, per l’introduzione di questa nuova tipologia di Concorsi Scuola bisognerà aspettare ancora qualche anno. Infatti, prima dovranno terminare gli insediamenti dei vincitori del Concorso Scuola di quest’anno, che si concluderanno nel 2018, e solamente allora si potrà cominciare a pensare a un nuovo concorso docenti.

Concorso Scuola 2016: ecco come sarà il prossimo. Data e novità ultima modifica: 2016-06-01T21:48:47+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl