Cresce l’apprezzamento per i docenti e la scuola, nonostante la DaD

Gilda Venezia

Orizzonte Scuola, 19.2.2021.

Gilda Venezia

Gli studenti sembrano più entusiasti dell’esperienza scolastica rispetto al passato e aumentano il loro gradimento nei confronti degli insegnanti.

E’ quanto emerge dal focus su Profilo dei diplomati AlmaDiploma 2020, presentato oggi al XVIII Convegno di AlmaDiploma gli ‘Esiti a distanza e il Profilo dei diplomati nell’anno della pandemia, percorsi di orientamento e scelte nella scuola secondaria di I e II grado’.

Circa 37mila diplomati, secondo l’indagine, registrano un maggiore gradimento complessivo nella valutazione della scuola, più fiducia ai docenti, mentre per quanto riguarda la Dad, la situazione sembra un po’ più tribolante.
Nella ricerca sono stati coinvolti (Licei 57,2%|Tecnici 34,6%|Professionali 8,3%) 213 Istituti e le regioni più rappresentate sono Lazio, Lombardia, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige. E’ del 79,3% il tasso di risposta.

Tra il 2018 e il 2020, a parità di istituti nelle tre indagini (2018 – 2019 – 2020) che hanno riguardato 181 Istituti per un totale di 91.594 diplomati, aumenta pertanto il gradimento degli studenti per molti aspetti dell’esperienza scolastica (ad esempio, +3,4 punti percentuali per l’esperienza complessiva).
L’aumento è particolarmente evidente proprio nell’ultimo anno scolastico, quando i ragazzi si ritrovati  in lockdown e in didattica a distanza.

Molto positivo il giudizio sui docenti: il gradimento cresce in modo consistente il gradimento (+4,1 punti percentuali soddisfatti per disponibilità al dialogo; +3,3 soddisfatti per chiarezza nell’esposizione).

Inoltre, aumenta la quota di chi rifarebbe lo stesso percorso nella stessa scuola (+6,6), ma anche il gradimento per alcuni aspetti organizzativi messi in campo dalla scuola quali la comunicazione (+11,5) e le attività di recupero(+7,9).

In generale, secondo l’indagine, la scuola sembra essere “rivalutata” dagli studenti su diversi aspetti. Tutto questo, in un contesto in cui aumenta il tempo dedicato allo studio individuale (+4,1 punti tra chi dedica allo studio almeno 15 ore alla settimana) e la partecipazione a corsi di lingua extra-scolastici (+13,7) in una dimensione sempre più ”social” (+3,8 punti tra chi utilizza in modo attivo più volte al giorno i social network).

Per quanto riguarda la didattica a distanza, questa come accennavamo in precedenza, presenta alcune luci e molte ombre: se è vero che la grande maggioranza ha apprezzato l’efficienza organizzativa (il 77,9% degli studenti) e la continuità delle lezioni garantita dagli insegnanti (il 90,3% degli intervistati), il 74,3% pensa che la preparazione raggiunta con la didattica a distanza sia inferiore a quella che si sarebbe ottenuta andando a scuola.

Certamente, la DaD si è scontrata anche con molte situazioni difficili a livello sociale: quelli che non hanno avuto l’accesso esclusivo ai dispositivi, chi ha dovuto chiedere il supporto alla scuola, generalmente più presenti tra i professionali e tra chi ha un background familiare meno favorito.

In definitiva, secondo il rapporto AlmaDiploma, i ragazzi hanno vissuto questo momento di didattica a distanza con emozioni contrastanti, ma lo stato d’animo prevalente è la preoccupazione. Si sentono più preoccupati i diplomati dei percorsi professionali (il 40,9%), quelli che temono maggiormente la ripercussione della crisi sulle opportunità occupazionali e le ragazze (il 41,3%) rispetto ai compagni (come emerge anche dal percorso AlmaOriéntati, rispecchia più che altro le differenze di genere nell’autopercezione della realtà).

IL RAPPORTO COMPLETO

Cresce l’apprezzamento per i docenti e la scuola, nonostante la DaD ultima modifica: 2021-02-20T07:07:57+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl