È tempo di adozione dei libri di testo: quali regole?

Lara La Gatta, La Tecnica della scuola, 12.5.2017

– È nella seconda decade di maggio che le adozioni dei testi scolastici sono deliberate dal collegio dei docenti per tutti gli ordini e gradi di scuola.

Nelle more di indicazioni specifiche del Miur per l’a.s. 2017/2018, molte istituzioni scolastiche stanno emanando circolari facendo riferimento alle indicazioni del Ministero per l’anno scolastico in corso, che confermavano le indicazioni già impartite con la nota n. 2581 del 9 aprile 2014, secondo la quale restano confermate:

  • Abolizione vincolo pluriennale di adozione: in caso di nuove adozioni i collegi dei docenti adottano libri in versioni digitali o miste, previste nel DM 781/2013
  • Riduzione tetti di spesa scuola secondaria
  • Realizzazione diretta di materiale didattico digitale.

Riduzione dei tetti di spesa scuola secondaria (DM 781/2013)

Il tetto di spesa definito per le classi prime e terze viene ridotto del 10% rispetto a quanto sarà definito con apposito decreto, rivalutando per l’effetto inflattivo i tetti di spesa individuati per le adozioni dell’a.s. 2012/2013 (dm 43/2012)solo se tutti i testi adottati per la classe sono di nuova adozione e realizzati nella versione cartacea e digitale accompagnata da contenuti digitali integrativi (modalità mista di tipo b – punto 2 del DM).

Il tetto di spesa definito per le classi prime e terze viene ridotto del 30% rispetto a quanto sarà definito con apposito decreto, rivalutando per l’effetto inflattivo i tetti di spesa individuati per le adozioni dell’a.s. 2012/2013, solo se tutti i testi adottati per la classe sono di nuova adozione e realizzati nella versione digitale accompagnata da contenuti digitali integrativi(modalità digitale di tipo c – punto 2 del DM)”. 

Abolizione vincolo pluriennale di adozione (art. 11 legge n. 221/2012)

Il vincolo temporale di adozione dei testi scolastici (6 anni per la scuola secondaria di secondo grado) nonché il vincolo quinquennale di immodificabilità dei contenuti dei testi sono abrogati a decorrere dalle adozioni per l’a.s. 2014/2015. Pertanto, anche nella prospettiva di limitare, per quanto possibile i costi a carico delle famiglie, i collegi dei docenti possono confermare i testi scolastici già in uso, ovvero procedere a nuove adozione per le classi prime e terze e, per le sole specifiche discipline in esse previste, per le classi quinte della scuola secondaria di secondo grado. In caso di nuove adozioni, i collegi dei docenti adottano libri nelle versioni digitali o miste, previste nel D.M. 781/2013 (versione cartacea accompagnata da contenuti digitali integrativi, versione cartacea e digitale accompagnata da contenuti digitali integrativi, versione digitale accompagnata da contenuti digitali integrativi.

Realizzazione diretta di materiale didattico digitale (art. 6, c. 1, legge n. 128/2013)

La norma prevede che “nel termine di un triennio, a decorrere dall’anno scolastico 2014-2015, … gli istituti scolastici possono elaborare il materiale didattico digitale per specifiche discipline da utilizzare come libri di testo e strumenti didattici per la disciplina di riferimento; l’elaborazione di ogni prodotto è affidata ad un docente supervisore che garantisce, anche avvalendosi di altri docenti, la qualità dell’opera sotto il profilo scientifico e didattico, in collaborazione con gli studenti delle proprie classi in orario curriculare nel corso dell’anno scolastico. L’opera didattica è registrata con licenza che consenta la condivisione e la distribuzione gratuite e successivamente inviata, entro la fine dell’anno scolastico, al Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e resa disponibile a tutte le scuole statali, anche adoperando piattaforme digitali già preesistenti prodotte da reti nazionali di istituti scolastici e nell’ambito di progetti pilota del Piano Nazionale Scuola Digitale del Ministero dell’istruzione, dell’universitàe della ricerca per l’azione Editoria Digitale Scolastica”.

Normalmente nei primi giorni del mese di giugno le scuole devono infine comunicare i dati delle adozioni sul sito www.adozioniaie.it.

.

È tempo di adozione dei libri di testo: quali regole? ultima modifica: 2017-05-12T10:11:54+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl