Educazione Civica. E’ bene ricordare che…

Gilda_logo-zeroB

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 14.3.2019

– Qualche chiarimento in merito alla proposta di introdurre l’ “Educazione civica” nelle scuole. La posizione della FGU-Gilda degli insegnanti.

Di fronte ad alcune critiche provenienti da alcune associazioni professionali e in facebook rispetto alla posizione assunta dalla delegazione della FGU-Gilda degli Insegnanti il giorno 12 marzo in sede di audizione alla Camera circa le 13 proposte di legge presentate per l’introduzione della cosiddetta “educazione civica” nelle scuole. Teniamo a ribadire che:

  • le osservazioni sono relative alle proposte di legge presentate e NON SONO UNA PROPOSTA DI LEGGE DELLA GILDA. Perla Gilda degli In segnanti si doveva mantenere il quadro orario previsto per le discipline giuridiche ed economiche prima della riforma Gelmini (abbiamo fatto anche una raccolta di firme tra gli insegnanti di discipline giuridiche ed economiche indirizzata al Presidente della Repubblica) e si doveva prevedere l’introduzione di diritto ed economia politica in tutti i percorsi liceali (vedi i vari progetti Brocca). Con la riforma Gelmini sono state tagliate più del 50% delle cattedre di diritto e dell’80% delle ore di economia.
  • Di fronte a progetti di legge presentati è una posizione seria e non demagogica prevedere le compatibilità di bilancio nella situazione attuale, fatto stante la quasi totalità prevede la riforma “senza ulteriori oneri per lo Stato”. Per questo abbiamo proposto solo un incremento di ore (33) in tutte le classi dei licei affidate alla classe di concorso A46 (ex 019). Meglio sarebbe prevedere una introduzione di almeno 2 ore settimanali nell’ultimo triennio dei licei e di almeno 1 ora nei tecnici e professionali, ma con la nostra osservazione alla Camera si riassorbirebbe di fatto tutto l’organico aggiuntivo (potenziato) della classe A46 senza grandi aggravi per il bilancio dello Stato.
  • Per la scuola secondaria di primo grado si prevede sicuramente un aumento degli organici netto. Due potevano essere le scelte: affidare le 33 ore annuali ai docenti della A46 oppure aumentare di un’ora settimanale l’orario per le discipline storico-letterarie. Per evitare che il docente di discipline giuridiche ed economiche diventasse di fatto l’insegnante delle educazioni varie (alla pace, all’affettività, al codice della strada, ecc.) con 18 ore cattedra in 18 classi, abbiamo ritenuto di maggiore concretezza e serietà, soprattutto per gli studenti, immaginare l’affidamento di “educazione civica” all’insegnante di lettere che consentirebbe una modulazione delle 33 ore in termini di progettazione del PTOF. Nulla osta che le 33 ore siano affidate alla classe A46 con tutti i rischi di dequalificazione della professionalità e autorevolezza dei docenti coinvolti.
  • Per quanto riguarda la proposta di 10 ore di formazione per gli insegnanti di lettere impegnati nella nuova disciplina, fatto stante che non è occasionale verificare alcune carenze nella conoscenza dei principi del diritto (fonti, principi costituzionali sull’organizzazione dello Stato, caratteri del diritto privato e pubblico, ecc.) per i docenti abilitati in tali discipline , la nostra proposta è di dare la possibilità di dare contenuto concreti di saperi e conoscenza SOLO IN FASE DI AVVIO E PER SOLE 10 ORE DA RICOMPRENDERE NELLE 40 ORE PREVISTE DAL CCNL.

Per il resto, la relatrice delle proposte di legge l’onorevole Colmellere Angela della Lega ci ha tranquillamente comunicato che la disciplina denominata “educazione civica” partirà, a suo avviso, dal 1 settembre 2019 senza oneri per lo Stato, lasciando ai dirigenti scolastici la discrezionalità nello scegliere a chi affidare la disciplina, riducendo ovviamente le ore di loro competenza.

In tutto ciò mancano gravemente i riferimenti allo studio dell’economia politica. Su questa carenza nessuno sembra interessarsi.

Fabrizio Reberschegg

Delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti


Allegati:

Osservazioni e proposte della Federazione Gilda-Unams (FGU-Gilda degli Insegnanti) in merito alle proposte di Legge concernenti l’introduzione dell’insegnamento di Educazione civica o di Educazione alla cittadinanza attiva e responsabile e alla Costituzione.
Audizione in Commissione permanente Cultura Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati – 12 marzo 2019

Educazione Civica. E’ bene ricordare che… ultima modifica: 2019-03-14T22:09:16+02:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl