Elezioni 2018, quando chiudono le scuole? Le indicazioni del Miur

di Fabrizio De Angelis, La Tecnica della scuola, 25.1.2018

– Il Ministero dell’Istruzione ha reso note, tramite la circolare 441/2018 del Ministero dell’Interno, le modalità con cui si svolgeranno le attività di chiusura delle scuole che saranno seggio elettorale per le elezioni del 2018 in programma il prossimo 4 marzo.

Scuole chiuse dal pomeriggio del 2 a martedì 6 marzo

La circolare rende noto che le istituzioni scolastiche dovranno mettere a disposizione degli uffici comunali dal pomeriggio del 2 marzo alla giornata intera del 6 marzo.
Date che potrebbero variare solo nei casi in cui si voterà anche per le elezioni regionali, come in Lombardia e Lazio.
Pertanto, con questa circolare si rendono noti i giorni di “vacanza” per il personale scolastico e gli studenti.

Quando si vota

Per eleggere i membri della Camera dei Deputati e del Senato si voterà domenica 4 marzo, dalle 07:00 alle 23:00.

Lo scrutinio, è bene ricordare, si svolgerà subito dopo la chiusura dei seggi e la precedenza verrà data alle schede del Senato.
Lo spoglio delle schede elettorali non dovrebbe essere particolarmente difficoltoso, e non dovrebbe terminare oltre la mattinata di lunedì 5 marzo.

Per quanto riguarda le elezioni regionali, lo scrutinio si terrà a partire dalle 14:00 di lunedì 5 marzo, ragione per cui le pulizie dei plessi scolastici adibiti a seggi elettorali entro martedì, così da riconsegnare le scuole entro il 7 marzo.

Permessi per docenti impegnati nei seggi elettorali

A tal proposito, è bene ricordare i permessi del personale della scuola impegnato nei seggi elettorali.
Infatti, al personale con contratto a tempo indeterminato e determinato, impegnato a svolgere funzioni presso i seggi elettorali in occasione delle consultazioni politiche, ai sensi dell’art. 119 del T.U. n. 361/57, modificato dalla Legge n. 53/90, e dell’art. 1 della Legge 29.1.1992, n. 69, è riconosciuto il diritto di assentarsi dal servizio per tutto il periodo corrispondente alla durata delle operazioni di voto e di scrutinio. L’assenza è considerata attività lavorativa a tutti gli effetti.

I componenti del seggio elettorale o i rappresentanti di lista o comunque impegnati in operazioni connesse, hanno diritto inoltre a recuperare le giornate non lavorative di impegno ai seggi con giorni di recupero da concordare con il datore di lavoro, in rapporto anche alle esigenze di servizio.

.

.

.

Elezioni 2018, quando chiudono le scuole? Le indicazioni del Miur ultima modifica: 2018-01-25T21:20:51+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl