Esami di maturità: misure di sicurezza, indicazioni operative e documento del 30 maggio

di Anna Maria Di Falco, La Tecnica della scuola, 19.5.2020

– Tra pochi giorni, il prossimo 17 giugno, alle ore 8.30, 500.000 studenti dell’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado affronteranno gli esami di Stato, che in tempo di pandemia si svolgeranno come esame orale in presenza con la modalità in “unico colloquio”.

L’O.M. n. 10 del 16 maggio 2020 dà indicazioni alle commissioni e ai docenti dei consigli di classe sulle procedure.

La modalità in presenza potrà essere attivata, comunque, solo se ci saranno i requisiti illustrati nel Documento Tecnico sulla rimodulazione delle misure contenitive nel settore scolastico per lo svolgimento degli esami, pubblicato contemporaneamente all’Ordinanza Ministeriale.

Il colloquio si svolgerà alla presenza di sei commissari interni e di un presidente esterno, il quale dovrà tenere conto delle indicazioni fornite dai consigli di classe attraverso il Documento preparato entro il 30 maggio.

Nel video si propone, come esempio, un modello di tale Documento.

Quest’anno è garantita l’ammissione a tutti gli studenti iscritti all’ultimo anno del corso di studi frequentato, anche in assenza dei requisiti previsti dal D.L.GS 62/2017, all’art. 13, comma 2. Sarà necessario, anche riformulare l’attribuzione del credito scolastico secondo la nuova tabella che prevede una attribuzione fino a un massimo di sessanta punti, di cui diciotto per la classe terza, venti per la classe quarta e ventidue per la classe quinta.

Il colloquio sarà articolato e scandito in cinque parti, delle quali le prime due “sostituiscono” le due prove scritte, la terza riguarda l’analisi, da parte del candidato, del materiale scelto dalla commissione, la quarta l’esposizione dell’esperienza del Percorso per le competenze trasversali e l’orientamento e la quinta parte l’accertamento delle conoscenze e delle competenze maturate dal candidato nell’ambito delle attività relative a “Cittadinanza e Costituzione”. Al colloquio, che avrà la durata complessiva indicativa di sessanta minuti, potrà essere attribuito un massimo di quaranta punti, che serviranno al candidato meritevole per conseguire il punteggio totale di cento, se avrà accumulato i sessanta punti di credito scolastico, e la lode, se avrà i requisiti richiesti.

 

 

Esami di Stato in presenza, tutti i docenti dovranno essere disponibili

.

.

.

.

 

 

.

.

.

.

 

 

 

Esami di maturità: misure di sicurezza, indicazioni operative e documento del 30 maggio ultima modifica: 2020-05-19T21:25:15+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl