Eurostat: in Italia si spende poco in scuola e cultura

Tecnica_logo15B

Reginaldo Palermo, La Tecnica della scuola  26.3.2016

Eurostat_logo1

– Resi noti i dati Eurostat sulla spesa dei diversi Paesi ripartita per settori di intervento.

L’Italia è all’ultimo posto per la percentuale di spesa destinata all’educazione (7,9% nel 2014 a fronte del 10,2% medio Ue) e al penultimo posto per quella destinata alla cultura (1,4% a fronte del 2,1% medio Ue).
Il dato relativo all’istruzione va letto ovviamente tenendo conto della diversa composizione demografica (è evidente che in un Paese con percentuali molto alte di giovani la spesa per la scuola deve essere necessariamente più alta); tuttavia, pur tenendo conto che il nostro è un Paese più “vecchio” di altri, l’ultima posizione in classifica non appare affatto giustificata.

Soprattutto appare ancora troppo elevato il divario rispetto alla media europea.

La spesa per la protezione sociale è invece in Italia più elevata della media europea (41,8% a fronte del 40,2% dell’Ue), a riprova proprio della diverse esigenze connesse con la composizione demografica del nostro Paese.

Eurostat: in Italia si spende poco in scuola e cultura ultima modifica: 2016-03-26T14:21:29+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl