Il bestiario: la circolare che cerca di limitare illegittimamente il diritto alla formazione

di Roberto Bosio, Gilda Liguria, 29.9.2019

– Nelle scuole liguri capita di leggere anche delle circolari come questa: ‘Si informano tutti i Docenti che per poter partecipare ai corsi di aggiornamento organizzati sia da enti esterni sia dalla scuola è obbligatorio prendere il giorno di permesso previsto dal contratto tramite il registro elettronico. Per evitare che la partecipazione ai corsi di aggiornamento “scopra” la scuola (quest’anno con le due sedi sarà tutto molto problematico) i Docenti, prima di iscriversi ai corsi sono invitati a chiedere il permesso all’Ufficio di vice presidenza che valuterà il numero di persone richiedenti e l’opportunità di partecipazione’.

‘Si segnala, infine, che alcune volte i corsi sono rivolti ai docenti referenti di aree, di dipartimento, …in tali casi prima di tutto sono tenuti a partecipare i referenti poi nel caso ci sia la possibilità potranno partecipare anche altri docenti. Ringrazio tutti per la disponibilità e la collaborazione vista la grossa problematica che ci aspetta per l’anno scolastico’.

Da sindacalista, non posso fare a meno di notare i seguenti strafalcioni:

  1. ‘è obbligatorio prendere il giorno di permsso previsto dal contratto’ (?). Il comma 5 dell’art. 64 dell CCNL 2006/2009 (ancora vigente) specifica chiaramente che ‘gli insegnanti hanno diritto alla fruizione di cinque giorni nel corso dell’anno scolastico per la partecipazione a iniziative di formazione con l’esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi vigente nei diversi gradi scolastici’.
    .
  2. ‘I Docenti, prima di iscriversi ai corsi sono invitati a chiedere il permesso all’Ufficio di vice presidenza’. La formazione, come abbiamo scritto nel punto precedente, è un diritto, non un permesso che ci viene gentilmente concesso.
    .
  3. Il dirigente poi sembra aver dimenticato che il ruolo di Vicario e facente funzioni del DS è stato abolito da anni. Il vicepreside non può assumere le funzioni del dirigente nemmeno in caso di sua assenza o impedimento. L’ufficio di vice presidenza non può quindi concedere o negare permessi in nessuna scuola statale del nostro paese.

Sarebbe il caso di ritirare questo provvedimento. Se così non fosse consiglierei ai docenti di fare sempre domanda scritta per la formazione (e richiedere risposta scritta).

.

.

.

.

.

.

Il bestiario: la circolare che cerca di limitare illegittimamente il diritto alla formazione ultima modifica: 2019-09-29T13:30:15+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl