Legge di Bilancio 2019: cosa prevede per i docenti, per il personale Ata e per gli studenti

tuttoscuola_logo14Tuttoscuola, 28.12.2018

– La Legge di Bilancio per il 2019, approvata a Montecitorio l’8 dicembre e modificata dal Senato il 23 dicembre, è ora all’esame della Commissione Bilancio. L’inizio della discussione in Aula è previsto per oggi, venerdì 28 dicembre.

Per quanto riguarda la scuola, sui 2 miliardi di tagli previsti, sembra che 100 verranno tolti proprio all’università e alla ricerca. Nel dettaglio si tratterebbe di 30 milioni tolti al diritto allo studio, 40 al finanziamento delle università e 30 alla ricerca di base. A denunciarlo è Alessandro Fusacchia (+EUROPA), che su Facebook scrive: “Siamo in Commissione VII (Cultura, Scienza, Istruzione), dove stiamo esaminando la legge di bilancio come modificata dal Senato e prima di andare domani in Aula. Una manovra contro i giovani, che mette la maggior parte delle risorse su pensioni e reddito di cittadinanza, invece che a sostenere imprese perché creino lavori di qualità, o a sostenere ragazzi perché intraprendano, perché scommettano sulla loro capacità di creare lavoro, per loro e magari per tanti cinquantenni che lo stanno perdendo e chiedono solo un’opportunità per rimettersi in gioco.
Ci sono decine di tagli, e decine di “marchette” che servono solo ad alimentare clientele, ma la cosa più grave è aver tagliato all’ultimo 100 milioni a scuola-università-ricerca”.

Scrive ancora Fusacchia: “Servivano 2 miliardi di tagli, li hanno chiesti ai ministeri: al MIUR è toccata una bella fetta da 100 milioni. Vedrà il Ministro cosa inventarsi e dove prenderli, ma intanto li hanno tolti al diritto allo studio (30 milioni), al finanziamento delle università (40 milioni), e alla ricerca di base (30 milioni)”.

Ma cosa prevede la Legge di Bilancio per il mondo della scuola, in particolare per i docenti, per il personale Ata e per gli studenti?

1 – Costituzione di equipe formative territoriali per l’innovazione didattica e per il digitale
Per gli a.s. 2019/20 e 2020/21, si prevede la costituzione di equipe formative territoriali per promuovere progetti di innovazione didattica e digitale nelle scuole, cui sono destinati al massimo 120 docenti che possono essere esonerati dall’esercizio delle attività didattiche (commi da 725 a 727).

2 – Il tempo pieno
si incrementa il limite di spesa relativo alla dotazione organica in misura corrispondente a 2.000 posti aggiuntivi nella scuola primaria, al fine di ampliare le possibilità di tempo pieno. Le modalità per l’incremento devono essere stabilite con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca (commi da 728 a 729).

3 – Incremento del personale docente nei licei musicali
Dall’a.s. 2019/20, si incrementa di 400 posti l’organico del personale docente dei licei musicali (comma 730).

4 – Incremento della facoltà di assunzione di personale educatore
Si dispone, dall’a.s. 2019/2020, un incremento delle facoltà di assunzione di personale educatore nelle istituzioni educative statali (comma 415).

5 – Ridefinito il percorso di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria
Si ridefinisce il percorso per l’accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria, sia per i posti comuni che per quelli di sostegno. In particolare, si sostituisce il percorso triennale di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente (FIT) con un percorso annuale di formazione iniziale e prova, cui si continua ad accedere previo superamento di un concorso, all’esito del quale, però, si consegue già l’abilitazione all’insegnamento per la classe di concorso per cui si è partecipato e si è immessi in ruolo. Il docente, concluso positivamente l’anno di formazione iniziale e prova, deve rimanere nella stessa scuola, negli stessi tipo di posto e classe di concorso, per almeno altri quattro anni (commi da 792 a 795).

6 – Titolarità del docente su singola scuola
Si dispone che, dall’a.s. 2019/2020, ai docenti non è più attribuita la titolarità su ambito territoriale. Si torna, dunque, alla titolarità del docente in una singola scuola (comma 796)

7 – La Legge di Bilancio autorizza la trasformazione a tempo pieno, dall’a.s. 2019/20, del rapporto di lavoro di soggetti, già titolari di contratti di collaborazione coordinata e continuativa per lo svolgimento nelle scuole di funzioni assimilabili a quelle degli assistenti amministrativi e tecnici, immessi in ruolo a tempo parziale dall’a.s. 2018/2019. Conseguentemente, dispone l’incremento della dotazione organica del personale amministrativo e tecnico(commi da 738 a 740).

8- Più 25 milioni di euro per l’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con disabilità
Si autorizza l’ulteriore spesa di € 25 mln annui, per il periodo 2019- 2021, per l’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con disabilità fisiche o sensoriali, nonché per i servizi di supporto organizzativo del servizio di istruzione per i medesimi alunni o per quelli in situazione di svantaggio, e si dispone che il DPCM di riparto delle risorse tra gli enti territoriali interessati è emanato anche di concerto con il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca (commi 561 e 562).

9 – Inclusione scolastica
Si differisce (dal 1° gennaio 2019) al 1° settembre 2019 l’entrata in vigore di alcune disposizioni recate dal d.lgs. 66/2017 – in materia di inclusione scolastica degli studenti con disabilità – relative, tra l’altro, alla introduzione del Profilo di funzionamento e alla costituzione presso ogni ambito territoriale del Gruppo territoriale per l’inclusione. Al contempo, si autorizza una spesa di € 5,03 mln per il 2019, al fine di realizzare misure di accompagnamento per le scuole per l’attuazione delle novità in materia di inclusione scolastica degli studenti con disabilità introdotte dal d.lgs. 66/2017 (comma 1138, lettera b).

10 – Alternanza Scuola Lavoro ridimensionata
Si ridenominano gli attuali percorsi di alternanza scuola-lavoro in “percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento” e, a decorrere dall’a.s. in corso, se ne riduce il numero di ore minimo complessivo da svolgere, pari a 210 ore nei percorsi di istruzione professionale, 150 ore nei percorsi degli istituti tecnici, 90 ore nei percorsi liceali (commi da 784 a 787).

11 – Servizi di pulizia
Si incrementano, per il 2019, le risorse da destinare all’acquisto di servizi esternalizzati di pulizia e di mantenimento del decoro nelle istituzioni scolastiche ed educative statali, così da consentirne la prosecuzione fino al 31 dicembre 2019. Inoltre, si dispone che, dal 1°gennaio 2020, i medesimi servizi sono svolti esclusivamente da personale dipendenteappartenente al profilo di collaboratore scolastico. A tal fine, si prevede la stabilizzazione nel profilo di collaboratore scolastico, previo superamento di una procedura selettiva, del personale delle imprese di pulizia già impegnato nell’erogazione dei medesimi servizi a decorrere dal 1999. Inoltre, si autorizza una spesa di € 10 mln annui da destinare all’acquisto dei materiali di pulizia e si incrementa il Fondo per il funzionamento delle istituzioni scolastiche di € 184 mln nel 2020 e di € 90 mln nel 2021 (comma 757, commi da 760 a 761, e comma 763).

12 – Edilizia scolastica
si proroga (dal 31 dicembre 2018) al 31 dicembre 2019 il termine per alcuni pagamenti in materia di edilizia scolastica (comma 1138, lettera a).

13 – Autonomia scolastica
si specifica che fra le somme trasferite alle scuole statali per la realizzazione di progetti a carattere nazionale e regionale in materia di formazione e sviluppo dell’autonomia scolastica, rimaste inutilizzate per tre esercizi finanziari consecutivi, da versare all’erario, sono incluse anche quelle per spese di pulizia. Inoltre, si prevede il versamento all’entrata di alcune somme non utilizzate dal MIUR. Per il 2019, € 22,5 mln delle stesse risorse rimane acquisita all’erario (comma 783).

14 – Incremento del fondo per l’istruzione 0-6 anni
Si incrementa di € 10 mln annui, a decorrere dal 2019, il Fondo nazionale per il sistema integrato di educazione e di istruzione (da 0 a 6 anni) (comma 741).

.

.

.

.

.

Legge di Bilancio 2019: cosa prevede per i docenti, per il personale Ata e per gli studenti ultima modifica: 2018-12-28T21:05:31+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl