Maturità 2020, per i commissari si rischia la nomina d’ufficio

di Roberto Bosio, InfoDocenti.it, 19.5.2020

– Non c’è bisogno di avere la palla di cristallo per capire che la Maturità 2020 sarà quanto mai complicata. In questi giorni stiamo assistendo ai problemi che diversi regioni stanno vivendo per trovare i presidenti delle commissioni, al probabile alto numero di defezioni che dovrebbe riguardare i prossimi commissari della Maturità 2020.

I problemi legati alla Maturità sono già noti da tempo: la retribuzione è praticamente ferma al 1999… E quest’anno ai compensi miseri si aggiungono i rischi legati al Coronavirus – con molti commissari over 55.

Qualche direttore di USR ha già comunicato ai sindacati che per completare le commissioni potrà ricorrere alle nomine d’ufficio. Davanti ad un provvedimento simile si hanno solo due alternative: accettare o presentare certificato medico (in alternativa si può rifiutare perché rientra in uno dei casi normati dalle legge 104).

Tra le questioni da affrontare bisogna anche considerare cosa succederà ad una commissione di Maturità se un suo componente, o uno studente esaminato, dovesse risultare affetto da Covid. Probabilmente tutta la commissione dovrebbe andare in quarantena (o saranno tutti soggetti a tampone).

In ogni caso i successivi passaggi dovrebbe avvenire in modalità telematica. Almeno su questo non dovrebbe esserci scelta.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

 

Maturità 2020, per i commissari si rischia la nomina d’ufficio ultima modifica: 2020-05-19T07:45:28+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl