Nel DEF ci sono tre miliardi di tagli all’istruzione

di Roberto Bosio,  Associazione Docenti Articolo 33, 3.9.2019

– Tanti nel mondo della scuola ricorderanno le dichiarazioni del ministro Fioramonti, quando diceva che si sarebbe dimesso se non arriveranno entro la fine dell’anno 3 miliardi di euro in più per scuola e Università. Di queste cifre per ora, come rileva il Sole 24 Ore non c’è traccia nella nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza (il Nadef).

I dati contenuti nella tabella R1, a pagina 48, rivedono al ribasso (dal 3,5 al 3,4% in rapporto al Pil) la quota di spesa pubblica dedicata al mondo dell’educazione. Questo taglio dello 0,1%, se venisse confermato in sede di legge di bilancio, significherebbe un taglio per l’istruzione di 1,8 miliardi di euro già dal prossimo anno.

E le previsioni sono di ulteriori cali in futuro: 3,2% del Pil nel 2025, al 3,1% nel 2030 e 3% nel 2035. La risalita inizia soltanto nel 2040. Vedremo ora cosa avverrà con la legge di Bilancio.

Nota di Aggiornamento del Documento di Economia e Finanza – DEF 2019

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Nel DEF ci sono tre miliardi di tagli all’istruzione ultima modifica: 2019-10-03T12:08:11+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl