Noi prof, costretti a insegnare da aule vuote

di Daniele La RosaIl Corriere della sera, 30.10.2020.

Gilda Venezia

Sono un insegnante di un istituto tecnico veneziano. Lavoro a Mestre, ma vivo al Lido di Venezia.

Ogni giorno passo circa tre ore sui mezzi pubblici per recarmi al lavoro. Ho 61 anni. Le recenti misure di contrasto all’inasprirsi dell’epidemia, come è noto, hanno imposto alle scuole superiori di far seguire le lezioni da casa ad almeno il 75% degli studenti.

Quel che forse è meno noto è che ai docenti è fatto obbligo di tenere le videolezioni dalla sede di servizio, e non da casa propria. Certo, il 25% degli studenti, a turno, è a scuola, ed è ovvio che i loro insegnanti debbano essere con loro.

Ma qui stiamo parlando dell’obbligo di tenere da scuola video-lezioni a distanza, quando nessuno dei propri studenti è fisicamente presente.
Nel mio caso, il Ministero mi costringe a fare tre ore di viaggio su mezzi pubblici in tempo di epidemia, per andare in un’aula vuota davanti a un computer. Se tenessi la stessa video-lezione da casa non ci sarebbe assolutamente alcuna differenza.

Non è un problema solo mio: ogni giorno nel mio istituto i docenti che devono recarsi fisicamente a scuola pur non dovendo tenere lezioni in presenza sono più del doppio dei colleghi con alunni fisicamente presenti.

Questa assurda richiesta produce poi problemi di ordine tecnico: sempre nel mio istituto, le videolezioni da tenere contemporaneamente triplicano di numero, se si obbligano a farle da scuola anche i docenti che potrebbero farle da casa propria.

La banda di connessione a internet, di cui la scuola dispone, non sempre regge il traffico di dati.

Daniele La Rosa, Lido di Venezia

.

.

.

.

.

 

Noi prof, costretti a insegnare da aule vuote ultima modifica: 2020-11-01T21:15:37+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl