Orario di ricevimento scuola-famiglia, ecco cosa bisogna sapere

Lucio Ficara,  La Tecnica della scuola, 29.8.2017

– Qual è la normativa che regola gli impegni di servizio dei docenti per quanto riguarda i colloqui con le famiglie? L’ora settimanale dedicata ai colloqui è legittima?

In alcune scuole secondarie di I e II grado, i dirigenti scolastici obbligano i docenti a fare una diciannovesima ora di servizio settimanale. Tale ora aggiuntiva viene utilizzata per eventuali colloqui individuali con i genitori degli studenti. L’obbligo di svolgere questa diciannovesima ora, imposto unilateralmente dal Ds non è supportato da nessuna norma contrattuale, per cui è da considerarsi illegittimo.

Le norme sulle ore di servizio da fare per il ricevimento scuola-famiglia sono di natura contrattuale e sono regolate dall’art.29 del CCNL scuola 2006/2009.

Nell’art.29 comma 2, tra gli adempimenti individuali dovuti dal docente, rientra l’attività relativa ai rapporti individuali con le famiglie.

Nell’art.29 comma 3 è prevista, all’interno delleattività di carattere collegiale riguardanti tutti i docenti, la partecipazione alle riunioni del Collegio dei docenti, ivi compresa l’attività di programmazione e verifica di inizio e fine anno e l’informazione alle famiglie sui risultati degli scrutini trimestrali, quadrimestrali e finali e sull’andamento delle attività educative nelle scuole materne e nelle istituzioni educative, fino a 40 ore annue.

Infine nell’art.29 comma 4, per assicurare un rapporto efficace con le famiglie e gli studenti, in relazione alle diverse modalità organizzative del servizio, il consiglio d’ istituto sulla base delle proposte del collegio dei docenti definisce le modalità e i criteri per lo svolgimento dei rapporti con le famiglie e gli studenti, assicurando la concreta accessibilità al servizio, pur compatibilmente con le esigenze di funzionamento dell’istituto e prevedendo idonei strumenti di comunicazione tra istituto e famiglie.

Quindi proprio per le norme suddette le scuole organizzano l’orario di ricevimento scuole famiglia in incontri di carattere collegiale uno per quadrimestre o per trimestre, utilizzando le 40 ore previste anche per i Collegi dei docenti e l’attività di programmazione. Tali incontri devono essere inseriti e deliberati all’interno del piano delle attività annuale, che viene proposto dal DS al Collegio per ottenere la delibera.

Inoltre al fine di assicurare un rapporto efficace con le famiglie, il Consiglio di Istituto delibera, sulla base delle proposte del Collegio, le modalità e i criteri per consentire alle famiglie di avere colloqui individuali con i docenti.

A tal proposito ci sono scuole che stabiliscono dei colloqui su base mensile, concedendo un’ora di colloquio al mese durante la mattinata di un giorno settimanale prestabilito. Ci sono scuole che danno la disponibilità, ma solo su appuntamento, di essere ricevuti per il colloquio una volta ogni quindici giorni. In buona sostanza ogni scuola, sulla base della delibera del Consiglio di Istituto, stabilisce come assicurare ai genitori un efficace rapporto scuola-famiglia.

.

.

Orario di ricevimento scuola-famiglia, ecco cosa bisogna sapere ultima modifica: 2017-08-30T06:07:51+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl