Pensioni, boccata d’ossigeno per Quota 100 e Opzione donna

Today, 22.9.2019

– “Quota 100 è una misura temporanea. E’ stata introdotta perché c’era un vulnus, una ferita da sanare, sarà mantenuta ma non è la panacea del sistema pensionistico” spiega il premier, che da Lecce aggiunge: “Intendiamo riproporre Opzione donna”.

Pensioni, ossigeno per Quota 100 e Opzione donna

Pensioni, tema caldo anche di domenica. “Quota 100 è una misura temporanea. E’ stata introdotta perché c’era un vulnus, una ferita da sanare, sarà riproposta e mantenuta ma non è la panacea del sistema pensionistico”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, intervenendo a Lecce alla VI edizione delle ‘Giornate del Lavoro’ organizzate dalla Cgil.

Il premier non si è risparmiato, e ha fornito anche altri dettagli sulle prossime mosse del governo in ambito pensionistico. “Intendiamo riproporre Opzione donna. Oggi il problema vero sono i giovani, bisogna pensare a loro, ai figli e ai nipoti che rischiano di non maturare un adeguato sistema pensionistico. Ecco perché ho parlato di integrare il fondo previdenziale integrativo e occorre lavorare ad una perequazione  pensionistica curando chi si trova in una posizione svantaggiosa” ha aggiunto Conte.

Quota 100, Landini: “Non ha risolto il problema della Fornero”

“Per noi Quota 100 non ha risolto il problema della Fornero che è un tema che rimane aperto e va discusso in tutta la sua dimensione”. Lo ha detto il leader della Cgil, Maurizio Landini, nel corso del dialogo con il premier Conte alle Giornate del Lavoro 2019. “Per questo chiediamo di avviare un confronto, un tavolo – ha proseguito – c’è un problema che riguarda le donne, opzione donna c’è ma è abbastanza penalizzante, noi chiediamo di riconoscere alle donne un anno di contributi per ogni figlio”.

Tra premier e più grande sindacato italiano il clima pare essere di collaborazione come forse mai in passato. All’evento organizzato dalla Cgil per la prima volta ha partecipato infatti un presidente del Consiglio: “È un onore che ci responsabilizza – ha detto Landini rivolgendosi a Conte – è importante la sua presenza per il riconoscimento delle parti sociali, speriamo che dal dialogo possano uscire cose importanti perchè abbiamo tanto da fare per cambiare questo paese. Il paese ha bisogno di dialogo e di confronto per risolvere i problemi che ha”, ha proseguito Landini, sottolineando come il rilancio del Paese “passa attraverso il rilancio del Mezzogiorno”.

“Stare chiusi nel palazzo è una iattura per le decisioni politiche” ha replicato Conte, che ha ringraziato la Cgil e “tutte le parti sociali. Ci aiutate a prendere decisioni”. Per Conte quindi, il “confronto” è indispensabile. “Come può pensare un politico di maturare scelte per il Paese senza un confronto? Sarebbe impensabile maturare le scelte per il bene del Paese senza un confronto”.

Pensioni, Opzione Donna a Ape Sociale: ultime notizie

Opzione donna sembra essere tornata strategica nei piani del nuovo governo Pd-M5s. Le parole di oggi di Conte lo dimostrano una volta di più: è stata reintrodotta per il 2019 per permettere di andare in pensione alle donne in possesso di 35 anni di contribuzione e 58 anni d’età (59 invece se lavoratrici autonome”). Le domande sono state circa 20mila quest’anno. Dovrebbe essere confermata anche per il 2020. A questo punto il condizionale è precauzione persino eccessiva, Opzione donna ci sarà ancora.

Quasi 10mila le domande invece nel 2019 al momento per l’Ape Sociale: ovvero una uscita dal lavoro agevolata a 63 anni con anticipo pensionistico (Ape sociale).  L’Ape sociale è in scadenza il prossimo 31 dicembre 2019 ma corre veloce verso il rinnovo: potrebbe diventare strutturale da gennaio in poi. Il cosiddetto anticipo pensionistico, è un progetto sperimentale che consente il prepensionamento, senza alcun onere economico, a specifiche categorie di lavoratori che abbiano raggiunto almeno i 63 anni di età. La sperimentazione è stata però confermata per ora solo per un anno dal cosiddetto “decretone” su quota 100 e reddito di cittadinanza.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Pensioni, boccata d’ossigeno per Quota 100 e Opzione donna ultima modifica: 2019-09-22T20:33:11+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl