Pensioni: domande anticipate al 31 ottobre?

Gilda Venezia

dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 26.9.2021.

Il Governo avanza l’ipotesi di anticipare i termini per la presentazione della domanda di pensione al 31 ottobre. Decisione penalizzante  per tutto il personale scolastico e giustificata solo dalla lentezza della macchina amministrativa.

Il governo presentando le bozze del futuro Decreto e della Circolare ministeriale ha proposto la data del 31 ottobre quale termine per presentare la domanda di cessazione di Docenti e ATA di dimissioni volontarie dal servizio.
I testi dei documenti sono gli stessi  dell’anno precedente con la solo ma molto rilevante novità il notevole anticipo ipotizzato circa le scadenze per la presentazione delle istanze di cessazione da parte del personale della scuola.
Stesso termine per la revoca delle istanze e per quanti intendano chiedere, avendone i requisiti, la trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale con contestuale attribuzione del trattamento pensionistico.
Sembra invece resterà inalterato il termine del 28 febbraio per la presentazione delle domande di cessazione  dei Dirigenti scolastici

Ricordiamo che le domande vanno inviate al Ministero dell’Istruzione attraverso il portale di Istanze on line oltre che all’INPS con le seguenti modalità:

  • attraverso il sito dell’Istituto, previa registrazione;
  • tramite Contact Center Integrato (n. 803164);
  • con l’assistenza gratuita di un CAF.

Se fosse confermata la data del 31 ottobre consideriamo del tutto inaccettabile che il termine finale per la presentazione delle domande sia fissato con tanto anticipo rispetto agli anni precedenti, quando la scadenza era stabilita verso la metà del mese di dicembre.
Il notevole anticipo dei termini dovuto ai lunghi tempi di elaborazione dei provvedimenti necessari, sicuramente causati dalla scarsa efficienza dell’apparato amministrativo, appare immotivato se si considera che la data di effettiva cessazione avverrà ben 11 mesi dopo, ossia l’1 settembre 2022. Un arco di tempo in cui la situazione personale e familiare dei lavoratori può radicalmente cambiare e che risulta del tutto sproporzionato rispetto a qualsiasi altro comparto della Pubblica amministrazione.

Al momento non risulta ancora disponibile l’apposita applicazione su POLIS – Istanze on line, ma conviene tuttavia controllare con attenzione le prossime notizie a riguardo.

In ogni caso riteniamo sia indispensabile prevedere almeno 1 mese di apertura delle funzioni, anche in considerazione  del frequente malfunzionamento del sistema che in passato ha dimostrato  problemi  per tutta la durata di apertura della finestra per la presentazione delle istanze.

Visto com’è andata finora bisogna infine risolvere le eccessive rigidità nello scambio di dati tra Polis e INPS, prevedendo la possibilità di presentare un’ulteriore domanda nel caso di rigetto della prima per mancanza di requisiti.

.

.

.

.

.

.

Pensioni: domande anticipate al 31 ottobre? ultima modifica: 2021-09-26T17:53:34+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl