Perizia tecnica preliminare sull’analisi dell’algoritmo che gestisce il software della mobilità docenti per l’a.s. 2016/2017

GildaVeneziaNews_logo2dalla Gilda degli insegnanti di Venezia, 17.6.2017

– Considerazioni tecniche elaborate su richiesta dell’associazione “Gilda degli Insegnanti” e dell’Avv. Michele Bonetti relative all’algoritmo che gestisce il software della mobilità dei docenti per l’a.s. 2016/2017 al fine di esprimere un parere tecnico preliminare.

A seguito di una prima analisi della struttura e delle funzioni svolte da detto algoritmo, è stato possibile effettuare le seguenti osservazioni:

Dall’analisi è risultato quanto segue.

  1. Nel caso di specie salta subito all’occhio che non sono stati osservati i più basilari criteri di programmazione che notoriamente si applicano. Non si comprende quali siano le ragioni che hanno indotto il programmatore a creare un sistema ampolloso, ridondante e non orientato alla manutenibilità, specie come nel caso della fase A dell’algoritmo.
  2. L’algoritmo in questione è stato sviluppato con due linguaggi di programmazione completamente dissimili per la fase A (linguaggio COBOL) e per le fasi B, C e D (linguaggio C).
  3. Riguardo la fase A dell’algoritmo della mobilità esaminato, non è ben chiaro il motivo dello sviluppo del codice in linguaggio COBOL il quale, seppur ancora utilizzato nell’ambito dei software gestionali di varie aziende, risulta essere un linguaggio datato e ormai sostituito da nuovi e più performanti linguaggi di sviluppo, anche in termini di sintassi logico-aritmetica.
  4. Ciò che si nota visionando il codice in più parti è una difficoltà nella stesura ed una scelta delle variabili assolutamente fuori dagli standard generali.
  5. Si evidenzia l’uso inadatto di particolari costrutti logici che determinano una elaborazione poco fluida e del tutto inefficiente in fase di computazione, nonché risultati relativi del tutto inattesi.
  6. In ultimo viene interdetta la possibilità di eseguire un controllo diretto ed automatico, attraverso appositi software e compilatori che renderebbero rapida la verifica della correttezza logica e sintattica del programma, in quanto è presente un blocco dei file.

 

  • A margine della disamina eseguita finora, si pone il problema di analizzare e conoscere quale sia la forma di accordo sancita tra il MIUR e l’azienda appaltatrice per lo sviluppo dell’algoritmo in questione.
  • Si ritiene necessario, inoltre, sapere in che modo e se sono stati chiaramente esposti dal Ministero tutti i criteri necessari al corretto completamento della procedura di mobilità, al fine di verificare se la società sviluppatrice fosse in possesso di tutta la necessaria documentazione sulla base della quale sviluppare il software. 
  • Altra importante zona d’ombra si riscontra nella carenza di documentazione dei dati di ingresso (graduatorie, dati insegnanti ecc.) sui quali è stata eseguita l’elaborazione; in particolare, data la carenza di tale documentazione,

 

Si precisa infine che la consegna parziale dei dati limita l’analisi tecnica richiesta sull’agere dell’Amministrazione che oltretutto si è servita di linguaggi di programmazione non all’avanguardia. Questa scelta non appare condivisibile in quanto tali sistemi non si rilevano sufficientemente performanti (quanto meno con riferimento al linguaggio di programmazione COBOL) e non trova giustificazione neanche in eventuali necessità inerenti al contenimento della spesa pubblica considerando che da quanto appreso, da fonti esterne, le somme erogate per la realizzazione dell’algoritmo appaiono fuori mercato.

Roma, li 4 giugno 2017.

  • Ing. Alessandro Salvucci
    Università di Roma Tor Vergata
    Ricercatore in ingegneria elettronica
  • Ing. Maurizio Giorgi
    Università degli studi di Roma “La Sapienza”
    Dottore in ingegneria delle costruzioni edili e dei sistemi ambientali
  • Dott. Emilio Barchiesi
    Università degli studi di Roma “La Sapienza”
    Dottore magistrale in Ingegneria matematica
  • Prof. Ing. Scafidi Matteo
    Ingegnere meccanico

 

.

.

.

Perizia tecnica preliminare sull’analisi dell’algoritmo che gestisce il software della mobilità docenti per l’a.s. 2016/2017 ultima modifica: 2017-06-17T05:51:57+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl