Rientro a settembre, 50.000 docenti e ATA in più (ma a tempo determinato)

di Lara La Gatta, La Tecnica della scuola, 26.6.2020.

Gilda Venezia

Nel corso della conferenza stampa da Palazzo Chigi per la presentazione del Piano Scuola 2020-2021, la Ministra Azzolina ha illustrato i punti salienti delle Linee guida approvate oggi in Conferenza Unificata.

Nel parlare della necessità di reperire nuovi spazi per poter garantire il prescritto distanziamento di un metro, la Azzolina ha sottolineato come questo richiederà l’aumento anche del personale.

Con le somme stanziate, tra cui un ulteriore miliardo previsto per il “Fondo per l’emergenza epidemiologica da COVID-19”, sarà possibile assumere fino a 50 mila unità, tra docenti e personale ATA.

Si tratterà di assunzioni a tempo determinato, che andranno ad aggiungersi alle immissioni in ruolo necessarie per coprire i posti lasciati vacanti dai pensionamenti e alle assunzioni che seguiranno i prossimi concorsi.

Taglio al cuneo fiscale

Novità in arrivo anche sul piano stipendiale: infatti, lo ha ricordato la Ministra, con il taglio al cuneo fiscale, non solo dalla mensilità di luglio 2020 gli stipendi che non superano i 28.000 euro annui saranno incrementati di una somma a titolo di trattamento integrativo pari a 600 euro nel 2020 e di 1.200 a decorrere dal 2021, ma fino al 31 dicembre 2020 spetterà un’ulteriore detrazione fiscale per redditi di lavoro dipendente e assimilati, di importo decrescente, a beneficio di titolari di redditi complessivi fino a 40.000 euro annui. Il personale della scuola potrà così avere un incremento dello stipendi tra gli 80 e i 100 euro mensili.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Rientro a settembre, 50.000 docenti e ATA in più (ma a tempo determinato) ultima modifica: 2020-06-27T06:10:43+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl