Scuola, il conto delle assunzioni sale a 70mila unità

sole-scuola_logo14

di Eugenio Bruno e Claudio Tucci, Il Sole 24 Ore, 4.12.2019

– Si riaprono le assunzioni nella scuola: altre 9mila cattedre recuperate dai pensionamenti avvenuti con Quota 100, verranno coperte – probabilmente già in corso d’anno – con docenti stabili. Poi scatteranno due nuove selezioni (una ordinaria e l’altra riservata e più snella) per immettere in ruolo altri 48/49mila professori (di questi almeno 24mila a settembre 2020). Disco verde anche a un nuovo concorso per insegnanti di religione (dopo oltre 15 anni dall’ultimo). Non solo: vengono riaperte le graduatorie di terza fascia (dove le scuole attingono per nominare supplenti) con proroga fino all’anno scolastico 2022/2023; e arriva un nuovo meccanismo, una “call veloce” per coprire più rapidamente (consentendo spostamenti anche fuori regione) le cattedre che ogni anno restano vuote al termine delle operazioni ordinarie di assunzione.

Nel giorno in cui l’Ocse certifica i ritardi negli apprendimenti degli studenti italiani (su cui si veda altro articolo a pagina 24), dalla Camera, con 282 sì e 212 no, arriva il primo via libera al decreto Scuola, il cui piatto forte è invece il personale, docente e non. Ora la palla per l’ok definitivo, che deve arrivare entro il 29 dicembre, passa al Senato.

Tra concorsi, stabilizzazioni e sanatorie di vario tipo, il conto complessivo dei nuovi inserimenti nella scuola arriva a cifra tonda, vale a dire 70mila unità. Ai 48/49mila precari a cui guardano i due nuovi concorsi, si sono aggiunti infatti, nell’ordine, la statizzazione di 11.263 lavoratori impegnati in attività di pulizia e decoro; il migliaio di capi segreteria “Dsga facenti funzione” per i quali si apre a un concorso straordinario a cui potranno partecipare coloro con tre anni scolastici di servizio dal 2011/2012; i 59 nuovi dirigenti tecnici dal 2021; e gli 87 dal 2023. A questi 61mila contratti a tempo indeterminato già previsti nel testo originario, si sommano, adesso, le 9mila cattedre liberate da Quota 100, e che nei prossimi mesi saranno coperte stabilmente.

Il provvedimento, 10 articoli in totale, estende poi il bonus merito (quest’anno vale 160 milioni di euro) anche ai supplenti con contratto fino al 30 giugno o al 31 agosto (lo scorso anno erano oltre 130mila); introduce il coding tra le metodologie didattiche da acquisire nell’ambito dei crediti formativi o durante il periodo di formazione e prova; per quanto riguarda i cosiddetti “diplomati magistrali”, apre alla trasformazione del contratto di lavoro a tempo determinato in caso di sentenza sfavorevole, con il duplice obiettivo di evitare un licenziamento e di garantire la continuità didattica.

Tra le ultimissime novità inserite alla Camera spicca l’ampliamento della platea di coloro che potranno partecipare al concorso straordinario: saranno ammesse le candidature sia dei docenti che abbiano maturato servizio nei percorsi di Istruzione e formazione professionale (IeFP), sia di coloro che abbiano effettuato una delle tre annualità richieste dall’anno scolastico 2008/2009, sia di chi sta svolgendo nell’anno in corso la terza annualità di servizio.

Novità anche per le scuole paritarie, che avranno la possibilità di sostituire temporaneamente i docenti con personale educativo. Confermata invece l’esclusione di presidi e personale scolastico dall’obbligo delle rilevazioni biometriche.

Alcune misure del decreto riguardano anche l’università. Una su tutte: l’aumento da 6 a 9 anni la durata dell’Abilitazione scientifica nazionale che consentirà ai 27mila aspiranti prof universitari di non vedere scadere il “patentino” già ottenuto e di partecipare ai concorsi banditi dagli atenei.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

 

 

Scuola, il conto delle assunzioni sale a 70mila unità ultima modifica: 2019-12-04T06:06:19+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl