Sostegno: no esonero insegnamento per componenti GIT, spetterà compenso

Orizzonte_logo14 Orizzonte Scuola, 25.11.2019

– Decreto scuola: presente una misura relativa ai gruppi per l’inclusione territoriale (GIT), previsti dal D.lgs. 66/2017, come novellato dal D.lgs. 96/2019.

GIT

I gruppi per l’inclusione territoriale (GIT) sono istituiti a livello di ambito territoriale provinciale (uno per Ufficio scolastico) o a livello delle città metropolitane maggiori.

Il GIT:

  • è composto da docenti esperti nell’ambito dell’inclusione, anche con riferimento alla prospettiva bio-psico-sociale, e nelle metodologie didattiche inclusive e innovative;
  • è nominato con decreto del direttore generale dell’ufficio scolastico regionale;
  • è coordinato da un dirigente tecnico o da un dirigente scolastico che lo presiede.

Per quanto riguarda i compiti, il GIT:

  • conferma la richiesta inviata dal dirigente scolastico all’USR relativa al fabbisogno delle misure di sostegno oppure esprime su tale richiesta un parere difforme;
  • supporta le scuole:

– nella definizione dei PEI, secondo la prospettiva bio-psico-sociale alla base della classificazione ICF

– nell’uso ottimale dei molteplici sostegni disponibili, previsti nel Piano per l’Inclusione della singola istituzione scolastica

– nel potenziamento della corresponsabilità educativa e delle attività di didattica inclusiva

  • svolge ulteriori compiti di consultazione e programmazione delle attività nonché di coordinamento degli interventi di competenza dei diversi livelli istituzionali sul territorio. In tal caso, il GIT è integrato dalle associazioni maggiormente rappresentative delle persone con disabilità nell’inclusione scolastica e dagli Enti locali e dalle Aziende sanitarie locali.

Le modalità di funzionamento del GIT, la sua composizione, gli ulteriori compiti attribuiti, le forme di monitoraggio del suo funzionamento, la sede, la durata e l’assegnazione di ulteriori funzioni per il supporto all’inclusione scolastica, sono definiti con decreto del Ministro dell’istruzione, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze nell’ambito delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili, sentito l’Osservatorio permanente per l’inclusione scolastica.

Decreto scuola: membri del GIT non sono esonerati dall’insegnamento

Tra gli emendamenti al decreto scuola (approvati), uno riguarda i gruppi per l’inclusione territoriale.

L’emendamento, nello specifico, precisa che i componenti dei GIT non sono esonerati dall’insegnamento e che agli stessi spetta un compenso accessorio.

Il compenso va definito con apposita sessione negoziale nel limite delle risorse messe a disposizione.

Il testo dell’emendamento:

I componenti dei GIT non sono esonerati dalle attività didattiche. Ai predetti componenti spetta un compenso per le funzioni svolte, avente natura accessoria, da definire con apposita sessione contrattuale nel limite complessivo di spesa di 0,67 milioni di euro per l’anno 2020 e di 2 milioni di euro annui a decorrere dal 2021.

Ricordiamo che il testo del decreto, discusso in Aula da oggi 25 novembre, può essere ancora modificato.

Decreto scuola, ecco il testo presentato alla Camera

.

.

.

.

.

Sostegno: no esonero insegnamento per componenti GIT, spetterà compenso ultima modifica: 2019-11-25T09:52:50+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl