“Te Deum” delle scuole private paritarie per i 300 milioni nel DL Rilancio

Gilda Venezia

 “Solo primo passo” / Mini Dossier

di Vincenzo Pascuzzi – 4 luglio 2020

Gilda Venezia

La decisione della Commissione Bilancio alla Camera sul DL Rilancio:

un importante passo avanti

COMUNICATO STAMPA 4 LUGLIO 2020
La decisione della Commissione Bilancio alla Camera sul DL Rilancio: un importante passo avanti
In Commissione Bilancio alla Camera è stato approvato l’emendamento che incrementa le risorse per i servizi educativi e le scuole paritarie, che hanno dovuto sospendere l’attività in presenza causa Covid 19.
L’ emendamento è destinato ai servizi educativi e scolastici paritari per i bambini di età 0/6 anni e alle scuole paritarie primarie e secondarie e si accompagna all’estensione dell’intervento a tutti gli alunni della scuola secondaria superiore (inizialmente previsto solo per gli alunni fino a 16 anni).
La decisione del Parlamento rappresenta un passo importante nella direzione di considerare, finalmente, le scuole paritarie parti costitutive del sistema nazionale di istruzione, realtà sociali che svolgono un servizio pubblico e rappresentano una risorsa importante per tutto il Paese.
In questo anno duramente segnato dall’emergenza sanitaria per la pandemia, le scuole paritarie sono state al fianco degli alunni e delle loro famiglie, testimoniando anche in questa imprevista circostanza il valore del loro ruolo educativo.
Come associazioni di gestori e genitori delle scuole paritarie vogliamo esprimere un apprezzamento e un ringraziamento per quanti nel Governo e in Parlamento si sono impegnati per arrivare alla decisione assunta dalla Commissione Bilancio della Camera.
Che la decisione abbia coinvolto parlamentari sia di maggioranza che di minoranza è un fatto particolarmente significativo; la “Scuola” occasione di scelte condivise e non terreno di scontro politico è un precedente che indica una strada importante per il futuro.
Le Scuole paritarie stanno lavorando per preparare la ripresa in sicurezza delle attività in presenza. Sono tanti i problemi ancora sul tappeto.
Riteniamo che l’orizzonte comune, per chi deve assumere decisioni politico/amministrative sulla scuola e per chi è impegnato nel lavoro educativo, sia il bene degli alunni.
Nella diversità dei ruoli e delle sensibilità culturali, l’auspicio è che il bene degli alunni possa orientare sempre il dialogo e le scelte che ognuno deve fare.
Roma, 4 luglio 2020
Giancarlo Frare – Presidente nazionale AGeSC
Marco Masi – Presidente nazionale CdO Opere Educative
Pietro Mellano – Presidente nazionale CNOS Scuola
Marilisa Miotti – Presidente nazionale CIOFS scuola
Giovanni Sanfilippo – Delegato nazionale per le Relazioni Istituzionali FAES
Virginia Kaladich – Presidente nazionale FIDAE
Luigi Morgano – Segretario Nazionale FISM
Vitangelo Denora – Delegato Fondazione GESUITI EDUCAZIONE
*Con l’approvazione e il sostegno delle presidenze nazionali della CISM (Conferenza Italiana Superiori Maggiori) e dell’USMI (Unione Superiore Maggiori d’Italia)

Scuole paritarie, 300 milioni nel Dl Rilancio/
“Bel lavoro tra governo e opposizione”

Scuole paritarie, nel Dl Rilancio 300 milioni per salvarle: approvato emendamento Lega, isolato invece M5s. “Bel lavoro tra governo e opposizione”, commenta Maurizio Lupi
di Dario D’Angelo – 4 luglio 2020
Trecento milioni di euro per le scuole paritarie. Approvato l’emendamento presentato dalla Lega al Decreto Rilancio con Pd e Italia Viva che votano insieme a tutta l’opposizione, isolando di fatto il M5s. Finanziamento bis dunque nei confronti degli istituti scolastici privati riconosciuti dallo Stato e messi a dura prova dall’emergenza coronavirus. Con le famiglie degli studenti costrette ad interrompere il pagamento delle rette causa pandemia, era stato in particolare il mondo cattolico a sollevarsi. Proprio questo segmento, infatti, dall’alto del suo ruolo attivo e maggioritario nel comparto educativo privato, aveva denunciato il rischio della chiusura di un terzo delle strutture esistenti. Da qui la decisione di una parte della maggioranza di votare in Commissione Bilancio alla Camera l’emendamento leghista che, dopo un primo finanziamento da 150 milioni di euro, ne prevede altrettanti così suddivisi: 100 milioni per gli istituti con bambini fino a 6 anni e 50 milioni per le rette delle scuole paritarie secondarie.
Nello specifico, 165 milioni sono destinati alle scuole per i bambini da 0 a 6 anni, 120 per primarie secondarie con innalzamento dell’età fino ai 18 anni (prima era fino ai 16) e 15 milioni destinati alle Regioni che provvederanno alla ripartizione. “È un risultato importante, frutto di un lavoro fatto insieme tra maggioranza e opposizione, che supera vecchi pregiudizi ideologici e riconosce il ruolo e l’importanza di queste scuole che svolgono una funzione pubblica con un contributo decisivo per il nostro Paese nell’educazione dei giovani e nel servizio alle famiglie“, commenta Maurizio Lupi, presidente di Noi con l’Italia. Per Maurizio Lupi è stato un intervento doveroso per aiutare “molte scuole a superare le difficoltà sopraggiunte con l’emergenza Covid e a scongiurare il rischio di chiusura“.
IN DL RILANCIO 300 MILIONI PER SALVARE LE SCUOLE PARITARIE
Non nasconde la sua irritazione il MoVimento 5 Stelle, che attraverso Gianluca Vacca, capogruppo in Commissione Cultura, fa sapere: “Pezzi di maggioranza e opposizione si sono accordati. Eravamo disposti a un dialogo solo per la fascia d’età 0-6 anni, tenendo conto della tutela dei lavoratori in seguito all’emergenza dovuta al Covid. Il Pd ha fatto altre scelte. Restiamo per la scuola pubblica e statale“. Esultano invece Gabriele Toccafondi, Daniela Sbrollini e Michele Anzaldi, componenti di Italia Viva in Commissione Cultura alla Camera e al Senato: “Sulle paritarie, alla fine, ha prevalso il buonsenso: raddoppiano i fondi per asili e istituti. Grazie a Italia Viva – spiegano – che ci ha sempre creduto, investito e lottato, spiegando, evidenziando argomentazioni e ragioni, arriva una splendida notizia: raddoppiano i fondi per asili e scuole paritarie. Si tratta di 300 milioni che permetteranno di aiutare 12mila realtà, 900mila famiglie, 180mila dipendenti. Per la prima volta (quasi) tutti i partiti sostengono la libertà di scelta educativa“. Quindi, dopo questi ulteriori 150 milioni di aumento, di cui 100 al percorso dell’infanzia e 50 per le scuole, arriveranno complessivamente 180 milioni alle scuole dell’infanzia (0-6 anni) e 120 milioni alle scuole paritarie.
Soddisfatto anche Graziano Delrio, capogruppo del Pd alla Camera: “C’eravamo impegnati ad accogliere le preoccupazioni delle famiglie per le paritarie. La scuola pubblica statale e paritaria è un bene prezioso, i nostri bambini sono tutti importanti. Gli istituti parificati sono parte rilevante del sistema scolastico nazionale, una scelta di libertà educativa e spesso anche l’unica presenza in molte realtà difficili del Paese“.

DECRETO RILANCIO

Scuole paritarie: associazioni cattoliche,
“bene implementazione fondi deciso da commissione Bilancio della Camera.
Un passo importante”

di AgenSir – 4 luglio 2020 @ 15:11
“In commissione Bilancio alla Camera è stato approvato l’emendamento che incrementa le risorse per i servizi educativi e le scuole paritarie, che hanno dovuto sospendere l’attività in presenza causa Covid-19. L’emendamento è destinato ai servizi educativi e scolastici paritari per i bambini di età 0/6 anni e alle scuole paritarie primarie e secondarie e si accompagna all’estensione dell’intervento a tutti gli alunni della scuola secondaria superiore (inizialmente previsto solo per gli alunni fino a 16 anni). La decisione del Parlamento rappresenta un passo importante nella direzione di considerare, finalmente, le scuole paritarie parti costitutive del sistema nazionale di istruzione, realtà sociali che svolgono un servizio pubblico e rappresentano una risorsa importante per tutto il Paese”. Lo si legge in un comunicato diffuso dai rappresentanti di Agesc, Cdo opere educative, Cnos Scuola, Ciofs Scuola, Faes, Fidae e Fism. “In questo anno duramente segnato dall’emergenza sanitaria per la pandemia, le scuole paritarie sono state al fianco degli alunni e delle loro famiglie, testimoniando anche in questa imprevista circostanza il valore del loro ruolo educativo”. Come associazioni di gestori e genitori delle scuole paritarie “vogliamo esprimere un apprezzamento e un ringraziamento per quanti nel Governo e in Parlamento si sono impegnati per arrivare alla decisione assunta dalla commissione Bilancio della Camera”.
I firmatari aggiungono: “Che la decisione abbia coinvolto parlamentari sia di maggioranza che di minoranza è un fatto particolarmente significativo; la scuola occasione di scelte condivise e non terreno di scontro politico è un precedente che indica una strada importante per il futuro”. Le scuole paritarie “stanno lavorando per preparare la ripresa in sicurezza delle attività in presenza. Sono tanti i problemi ancora sul tappeto. Riteniamo che l’orizzonte comune, per chi deve assumere decisioni politico/amministrative sulla scuola e per chi è impegnato nel lavoro educativo, sia il bene degli alunni. Nella diversità dei ruoli e delle sensibilità culturali, l’auspicio è che il bene degli alunni possa orientare sempre il dialogo e le scelte che ognuno deve fare”.

Dichiarazioni per l’aumento fondi paritarie
e lo stanziamento di 150 milioni aggiuntivi (300 milioni totali)

Dichiarazioni Mondo Associativo

[04/07/2020] Scuola. Comitato Polis Pro Persona: “Soddisfazione per aumento fondi a paritarie, battaglia di coesione del mondo cattolico”
“Esprimiamo soddisfazione per lo stanziamento di 150 milioni di euro in più per le scuole paritarie, 100 per la fascia 0-6 e 50 per le primarie e secondarie, arrivato grazie all’approvazione in commissione Bilancio della Camera di un emendamento trasversale al decreto “Rilancio”, con esclusione del Movimento 5 Stelle. I fondi a disposizione, così, raddoppiano, arrivando a 300 milioni e scongiurano, di fatto, la chiusura di qualche migliaio di istituti scolastici paritari. E’ un risultato significativo di come il mondo cattolico, quando si ritrova unito e coeso nella ragionevolezza di temi essenziali e nel dialogo con tutti, come in questo caso sulla libertà di educazione, riesce a incidere concretamente nell’attività politica del Paese. Un segnale importante, per il quale ringraziamo il Parlamento e in particolare gli esponenti politici che hanno condiviso dall’inizio la nostra battaglia, partecipando al web pressing del 15 giugno ovvero Giancarlo Giorgetti, Mariastella Gelmini, Maria Elena Boschi, Paola Frassinetti, Stefano Lepri, Anna Ascani, Piero Fassino, Paola Binetti, Maurizio Lupi, Stefano Fassina. Nel loro incontro con le nostre associazioni e con il network “Ricostruire” hanno dimostrato come le scuole paritarie siano strategiche per il sistema nazionale dell’istruzione. Non è un tema della maggioranza o dell’opposizione, ma della ‘Res publica’ in quanto tale. La risposta dei gruppi parlamentari, quindi, è stata davvero significativa”. Così, in una nota, le 50 associazioni non profit dell’appello pro-paritarie, in merito all’approvazione da parte della commissione Bilancio della Camera di un emendamento al decreto “Rilancio”, con il quale vengono stanziati 150 milioni in più, 100 per la fascia 0-6 e 50 per scuole primarie e secondarie.
[04/07/2020] Scuole paritarie cattoliche, bene implementazione fondi (ANSA)
“In Commissione Bilancio alla Camera è stato approvato l’emendamento che incrementa le risorse per i servizi educativi e le scuole paritarie, che hanno dovuto sospendere l’attività in presenza causa Covid 19. L’emendamento è destinato ai servizi educativi e scolastici paritari per i bambini di età 0/6 anni e alle scuole paritarie primarie secondarie e si accompagna all’estensione dell’intervento a tutti gli alunni della scuola secondaria superiore (inizialmente previsto solo per gli alunni fino a 16 anni). La decisione del Parlamento rappresenta un passo importante nella direzione di considerare, finalmente, le scuole paritarie parti costitutive del sistema nazionale di istruzione”. Lo sottolinea un comunicato delle associazioni delle scuole paritarie cattoliche che plaude all’incremento dei fondi.”In questo anno duramente segnato dall’emergenza sanitaria per la pandemia, le scuole paritarie sono state al fianco degli alunni e delle loro famiglie, testimoniando anche in questa imprevista circostanza il valore del loro ruolo educativo. Come Associazioni di gestori e genitori delle scuole paritarie -prosegue la nota- vogliamo esprimere un apprezzamento e ringraziamento per quanti nel Governo e in Parlamento si sono impegnati per arrivare alla decisione assunta dalla Commissione Bilancio della Camera. Che la decisione abbia coinvolto parlamentari sia di maggioranza che di minoranza è un fatto particolarmente significativo; la ‘Scuola’ occasione di scelte condivise e non terreno di scontro politico è un precedente che indica una strada importante per il futuro”.”Le Scuole paritarie stanno lavorando per preparare la ripresa in sicurezza delle attività in presenza. Sono tanti i problemi ancora sul tappeto. Riteniamo che l’orizzonte comune,per chi deve assumere decisioni politico/amministrative sulla scuola e per chi è impegnato nel lavoro educativo, sia il bene degli alunni. Nella diversità dei ruoli e delle sensibilità culturali, l’auspicio è che il bene degli alunni possa orientare sempre il dialogo e le scelte che ognuno deve fare”, conclude il comunicato.

Dichiarazioni dei Politici

[04/07/2020] DL RILANCIO. BINETTI: SPERANZA PER PARITARIE NONOSTANTE M5S E AZZOLINA (DIRE)
“La scuola paritaria con il Decreto rilancia Italia raddoppia le risorse disponibili… non e’ molto. Sono 300 milioni che, suddivisi tra i 12.000 plessi scolastici paritari, appaiono poco piu’ di una sorsata d’acqua nelle giornate torride che stiamo vivendo. Eppure sono un segnale positivo di attenzione da parte del governo , che ha accettato la lunga, estenuante battaglia intrapresa coraggiosamente da un piccolo gruppo di parlamentari dell’opposizione. Le risorse sono state messe a disposizione soprattutto dai tre partiti del Centro-destra. Ma la battaglia e’ nata dalla stretta collaborazione tra parlamentari del Centrodestra, la rete delle associazioni coordinate da Domenico Menorello e la rete delle scuole paritarie coordinate da Suor Monia Alfieri. Ci siamo spesi tutti in tutti i modi possibili per sensibilizzare i colleghi della maggioranza, avendo buon gioco con i colleghi del Pd, ma senza riuscire a scalfire le pseudo certezze del M5S che si sono sottratte a questa collaborazione”. Lo afferma la senatrice Paola BINETTI, UDC, che conclude: “Difficile capire le ragioni di un governo, diviso su tutto e separato dalle aspettative di un Paese in cui i genitori desiderano solo proteggere i propri figli e investire le loro migliori risorse a vantaggio delle nuove generazioni. Il Conte bis in questa fase perde colpi ogni giorno, soprattutto perche’ il suo alleato principale non sa quel che vuole. Oscilla tra situazioni antitetiche e conflittuali che generano insicurezza nelle famiglie, nelle aziende e nei commercianti, l’unica certezza degli italiani oggi e’ quella di non avere certezze, annaspando nella speranza di un Cambiamento che restituisca agli italiani il senso del loro futuro. Quello che vorremmo avessero gli studenti tornando a scuola i primi di settembre e che l’Azzolina si ostina a negare loro”. (Com/Pol/ Dire) 14:39 04-07-20 NNNN
[04/07/2020] Dl Rilancio: Cambiamo,in fondi scuole paritarie aiuti a disabili
“300 milioni di euro per le scuole paritarie inseriti nel dl rilancio sono un bel segnale di attenzione che riconosce l’importanza e il ruolo di questi istituti nella nostra società'”. Lo dichiarano in una nota i deputati di Cambiamo con Toti, Stefano Benigni, Manuela Gagliardi, Claudio Pedrazzini, Alessandro Sorte e Giorgio Silli. “Nel finanziamento e’ stato anche incluso un nostro emendamento che prevede nello specifico il sostegno economico a favore degli alunni con disabilità’. Il mondo delle scuole paritarie e’ una realtà’ che non poteva rimanere ignorata visti i numeri, circa un milione di studenti e 150 mila docenti che non possono essere considerati di serie B ma sono a tutti gli effetti parte del sistema scolastico nazionale. Purtroppo non stupisce la posizione del movimento 5 stelle in commissione che ha sempre osteggiato gli aiuti alle paritarie, non riconoscere il ruolo di questi istituti significa solo fare un ulteriore danno al Paese”, concludono.
[04/07/2020] Dl rilancio: Gallone (FI), fondi paritarie nostra vittoria
Forza Italia ha letteralmente strappato al governo il raddoppio dei fondi per le scuole paritarie inserite nel decreto Rilancio e ora tutto il Centrodestra e quasi tutti i partiti della maggioranza hanno sostenuto un emendamento trasversale importantissimo. Nonostante l’ostruzionismo ideologico dei 5Stelle, siamo riusciti a dare un po’ di fiato ad autentiche risorse formative ed educative del nostro Paese e a garantire la continuità’ scolastica a istituti altrimenti costretti a chiudere. Rivendichiamo un risultato che al Senato avevamo cercato di ottenere gia’ in fase di discussione del Cura Italia, ma che parte della maggioranza aveva impedito di approvare. La nostra battaglia non finisce qui. Siamo solo al primo tempo di una partita che deve avere come risultato finale interventi strutturali quali la defiscalizzazione delle rette e soprattutto l’introduzione finalmente del costo standard studente. Solo in questo modo, ovvero solo attribuendo una ‘dote’ a ciascuno studente da poter spendere, indipendentemente dal reddito familiare, in istituti statali o paritari si potrà’ garantire veramente il diritto sacrosanto alla libertà’ di scelta educativa. E’ un obiettivo di civiltà’ che Forza Italia persegue da tempo e sul quale non possiamo che registrare l’assordante silenzio di questa maggioranza e del ministro Azzolina, vittima (o espressione?) del pericoloso furore ideologico dei 5Stelle”. Lo dichiara la senatrice e vicepresidente del gruppo FI al Senato, Alessandra GALLONE.
[04/07/2020] SCUOLA: FEDELI “PIÙ RISORSE A PARITARIE E’ SCELTA DI RESPONSABILITÀ” ROMA (ITALPRESS)
“In uno scenario ancora di grande incertezza e difficoltà’ era fondamentale assicurare alla scuola posti, risorse, opportunità’, scongiurando il rischio di chiusure e riduzioni. Ecco perchè’ il via libera all’emendamento al decreto rilancio che stanzia ulteriori 150 milioni rispetto ai 150 già’ previsti per gli istituti paritari e’ una scelta di responsabilità'”. Lo dice la senatrice del Pd Valeria Fedeli. “L’interruzione del pagamento delle rette rischiava infatti di pregiudicare la possibilità’ che migliaia di bambini e ragazzi potessero rientrare a settembre nelle loro scuole. E questo non era accettabile. Al centro – aggiunge – devono infatti esserci loro, i bambini e i ragazzi, non posizioni soprattutto ideologiche. Le scuole paritarie rientrano a pieno titolo nel sistema pubblico d’istruzione e garantire la libertà’ di scelta educativa e’ un dovere previsto da una legge, la 62 del 2000, che proprio quest’anno compie 20 anni”.
[04/07/2020] SCUOLA – LEGA: BENE FONDI PARITARIE, ORA ISOLARE AZZOLINA ANCHE SU STABILIZZAZIONE DOCENTI
“I 150 milioni in più alle scuole paritarie concordati in commissione Bilancio alla Camera, sono il risultato di un’intesa trasversale di buonsenso per la quale ci siamo battuti con tutte le nostre forze che, isolando il ministro Azzolina e il M5S, eviterà spese ben maggiori alla scuola statale. Ora perché non utilizzare il buonsenso isolando Azzolina e grillini anche sulla scelta suicida, in piena crisi pandemica, di respingere il nostro progetto per la stabilizzazione di 100.000 docenti per titoli e servizio, invece di affidare in misura sempre maggiore gli studenti a supplenti, unico caso in Europa?”. Lo dichiara il senatore Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile del dipartimento Scuola della Lega.
[04/07/2020] Scuola: Lega, ok paritarie, ora isolare Azzolina su docenti
“I 150 milioni in più alle scuole paritarie concordati in commissione Bilancio alla Camera sono il risultato di un’intesa trasversale di buonsenso per la quale ci siamo battuti con tutte le nostre forze che, isolando il ministro Azzolina e il M5S, eviterà spese ben maggiori alla scuola statale. Ora perché non utilizzare il buonsenso isolando Azzolina e grillini anche sulla scelta suicida, in piena crisi pandemica, di respingere il nostro progetto per la stabilizzazione di 100mila docenti per titoli e servizio, invece di affidare in misura sempre maggiore gli studenti a supplenti, unico caso in Europa?”. Lo dichiara il senatore Mario PITTONI, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile del dipartimento Scuola della Lega. (ANSA). PDA 04-LUG-20 10:47 NNN
[04/07/2020] Dl Rilancio: Aprea, FI decisiva per sostegno a scuole paritarie, sconcerto per toni M5S
“E’ stato decisivo il contributo di Forza Italia e delle forze del Centrodestra per lo stanziamento di 300 milioni per le scuole paritarie che sono parte costitutiva del sistema nazionale di istruzione. É un primo passo ma significativo nella fase emergenziale post Covid-19 verso un reale pluralismo educativo che riconosca alle famiglie la libertà di scelta educativa. Si è scongiurato in questo modo il rischio di chiusura di tante realtà educative presenti sui nostri territori anche prima delle Istituzioni statali. In particolare per la fascia 0-6 anni il contributo di 180 milioni consentirà di mantenere in vita, a livello sussidiario, gli asili nido e i servizi per l’infanzia indispensabili per le famiglie e per le comunità. Allo stesso modo il contributo di 120 milioni per le scuole paritarie di ogni ordine e grado sarà una boccata di ossigeno per queste scuole che dovranno anche affrontare i vincoli logistici e di prevenzione e sicurezza determinati dalla pandemia che ha colpito il nostro Paese”. Così Valentina Aprea, Deputata e Responsabile di Forza Italia del Dipartimento Scuola.
“Sconcerta ed inquieta invece, la scelta del M5S di non aver votato questi aiuti finanziari con toni e principi ideologici ed anacronistici segno del peggior statalismo che nega pregiudizialmente che ci possano essere realtà pubbliche al di fuori dello Stato. Non può sfuggire che la Ministra Azzolina sia espressione di questo partito che si è chiamato fuori dalla condivisione di principi democratici riconosciuti anche a livello europeo. Ci aspettiamo ora che la Ministra Azzolina prenda le distanze da questa posizione così penalizzante per le scuole paritarie. In caso contrario la Ministra Azzolina difficilmente potrá continuare a rappresentare in modo imparziale tutto il sistema pubblico nazionale che prevede a pieno titolo anche le scuole paritarie”.
[03/07/2020] SCUOLA: LUPI (NCI), ‘STANZIATI 300 MLN PER PARITARIE, BEL RISULTATO BIPARTISAN’ – Roma, 3 lug. (Adnkronos)
‘Alla fine i soldi destinati alle scuole paritarie per l’emergenza Covid sono 300 milioni di euro. 165 destinati alle scuole per i bambini da 0 a 6 anni, 120 per primarie secondarie con innalzamento dell’età fino ai 18 anni (prima era fino ai 16) e 15 milioni destinati alle Regioni che provvederanno alla ripartizione. È un risultato importante, frutto di un lavoro fatto insieme tra maggioranza e opposizione, che supera vecchi pregiudizi ideologici e riconosce il ruolo e l’importanza di queste scuole che svolgono una funzione pubblica con un contributo decisivo per il nostro Paese nell’educazione dei giovani e nel servizio alle famiglie. L’approvazione dell’emendamento al decreto Rilancio che stanzia queste risorse è un fatto concreto che aiuta molte scuole a superare le difficoltà sopraggiunte con l’emergenza Covid e a scongiurare il rischio di chiusura”. Lo dichiara Maurizio LUPI, presidente di Noi con l’Italia.
[03/07/2020] SCUOLA: MELONI, ‘150 MLN IN PIU’ PER PARITARIE E’ BUONA NOTIZIA’
Ma serve fare di più per salvare comparto Roma, 3 lug. (Adnkronos) – “Lo stanziamento di 150 milioni di euro in più per le scuole paritarie, deciso con un emendamento trasversale al dl rilancio in Commissione Bilancio sottoscritto anche da FdI, è una buona notizia ma è solo un primo passo per salvare un comparto strategico per il sistema nazionale dell’istruzione. Serve fare di più: FdI continuerà a difendere la libertà educativa delle famiglie e a chiedere che per queste scuole siano stanziate maggiori risorse. È una battaglia di civiltà che abbiamo sposato fin dall’inizio e che continueremo a portare avanti”. Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
[03/07/2020] SCUOLA, SALVINI: “FONDI IN PIÙ PER LE PARITARIE GRAZIE ALL’IMPEGNO DELLA LEGA”
“Come promesso, grazie all’impegno della Lega arriveranno 150 milioni in più per le scuole paritarie. Orgogliosi di essere opposizione determinata e costruttiva. Dalle parole ai fatti”. Lo dice Matteo Salvini commentando il via libera in Commissione Bilancio a un emendamento della Lega.
[03/07/2020] Scuola: Iv, raddoppiano fondi a paritarie, vince buonsenso
“Sulle paritarie, alla fine, ha prevalso il buonsenso: raddoppiano i fondi per asili e istituti”. Lo dichiarano Gabriele Toccafondi, Daniela Sbrollini e Michele Anzaldi, componenti di Italia Viva in Commissione Cultura alla Camera e al Senato.
“Grazie a Italia Viva – spiegano – che ci ha sempre creduto, investito e lottato, spiegando, evidenziando argomentazioni e ragioni, arriva una splendida notizia: raddoppiano i fondi per asili e scuole paritarie. Si tratta di 300 milioni che permetteranno di aiutare 12mila realtà, 900mila famiglie, 180mila dipendenti. Per la prima volta (quasi) tutti i partiti sostengono la libertà di scelta educativa”. “Dopo questi ulteriori 150 milioni di aumento,100 al percorso dell’infanzia e 50 per le scuole, previsti da un emendamento al Dl Rilancio, arriveranno complessivamente 180 milioni alle scuole dell’infanzia (0-6 anni) e 120 milioni alle scuole paritarie”, concludono.
[03/07/2020] SCUOLA. VACCA (M5S): AMAREGGIATI, SBAGLIATO DARE ALTRI SOLDI A PARITARIE ACCORDO IN COMMISSIONE TRA PEZZI MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE (DIRE) Roma, 3 lug.
“Siamo molto amareggiati per quel che e’ avvenuto in Commissione Bilancio dove pezzi di maggioranza e opposizione si sono accordati per un emendamento al Dl Rilancio che stanzia ulteriori 150milioni per le scuole PARITARIE. In queste settimane ci siamo opposti a questa linea – evidenziando come fossimo disposti ad un dialogo costruttivo soltanto per la fascia d’eta’ 0-6, tenendo conto della tutela dei lavoratori a seguito dell’emergenza dovuta al Covid- e rimarchiamo oggi, ancora una volta, come il MoVimento 5 Stelle sia per la scuola pubblica e statale, secondo i dettami della Costituzione. In tal senso ricordiamo l’impegno per il miliardo aggiuntivo (5,6 in totale) ottenuto dalla ministra Azzolina per la riapertura in sicurezza delle scuole a settembre”. Lo dichiara in una nota Gianluca Vacca, deputato del MoVimento 5 Stelle e capogruppo in commissione Cultura.

SULLE PARITARIE UN PRIMO SEGNALE DI SPERANZA DALLA POLITICA

Ieri in Parlamento è stato approvato un emendamento al #DecretoRilancio che prevede l’allocazione di 150 milioni di euro aggiuntivi per le scuole paritarie in crisi. Le risorse stanziate per queste realtà sono quindi pari a 300 milioni di euro complessivi.
Finalmente anche in Italia la politica inizia a rendersi conto che le scuole pubbliche non statali rappresentano una ricchezza per tutta il sistema scolastico, riconoscendo che le famiglie dei ragazzi che le frequentano non possono essere discriminate.
È doveroso constatare che tutte le forze politiche di maggioranza e opposizione hanno trovato una convergenza su questi principi di civiltà tranne il Movimento 5 stelle che come forza di governo ha la grave responsabilità di arroccarsi su posizioni ideologiche obsolete che fanno il male del Paese.
Ci auguriamo che questo sia un primo passo affinché dopo l’emergenza, tutta la politica intraprenda scelte di lungo respiro a difesa del pluralismo educativo mettendo al centro il diritto di scelta educativa di tutte famiglie.

UN’ALTRA PAGINA VERGOGNOSA DELLA POLITICA ITALIANA!

di Paolo Latella – 4 luglio 2020 – 8:30 circa
Noi poveri insegnanti della scuola pubblica laica statale diciamolo siamo degli illusi e forse un pò sognatori, crediamo nella Costituzione, abbiamo vinto uno o più concorsi pubblici per insegnare nella scuola statale, noi che garantiamo una scuola senza dottrina ai nostri studenti, li aiutiamo ad avere una coscienza critica, gli insegniamo che ogni essere umano, senza ledere la libertà degli altri individui, deve essere totalmente libero di organizzare direttamente la propria vita, secondo i propri desideri e senza il condizionamento di vincoli morali, religiosi o sociali.
Il nostro progetto didattico ha come primo obiettivo quello di aiutarli a migliorare le proprie conoscenze e competenze.
E invece siamo stati vergognosamente traditi da chi dovrebbe rispettare l’art. 33 della Costituzione.
Aveva ragione mio padre, quando ti avvicini alla politica senti odore di merda!
Ecco un nuovo regalo alle scuole confessionali, 300 milioni di euro in più!
Più soldi a chi non garantisce nemmeno i livelli minimi di istruzione e conoscenze, a chi non paga gli insegnanti, a chi garantisce solo il punteggio alle maestre. Più soldi ai diplomifici!
No i controlli non si devono fare… basta regalare milioni a Comunione e Liberazione, all’Opus Dei, alle associazioni che di fatto sono aziende.
L’emendamento è stato inserito nel decreto rilancio dove viene chiesto il voto di fiducia.. così tutti i partiti di governo sono obbligati a votare a favore e ci sarà a questo punto anche il voto a favore dell’opposizione.
Viva la repubblica gattopardiana e del giorno della civetta di Sciascia…altro che Costituzione!
La politica della mediazione e dei compromessi mi fa schifo soprattutto quando si usano i soldi pubblici per regalarli a chi non ne avrebbe diritto!
Stefano Lepri, membro del consiglio di presidenza della Camera, in quota Partito Democratico: “Sulle scuole paritarie è stato trovato l’accordo: saranno raddoppiati i fondi con un emendamento bipartisan. Il gruppo PD alla Camera si è adoperato per garantire maggiori risorse alle scuole paritarie. Grazie all’emendamento concordato e che sarà votato, saranno complessivamente garantiti ristori per 180 milioni alle scuole dell’infanzia e per 120 milioni alle scuole paritarie primarie e secondarie. E’ infatti doveroso intervenire per assicurare la continuità e la sopravvivenza di servizi educativi e scolastici fondamentali, messi duramente a rischio dalla pandemia”.
Addio scuola pubblica laica statale…
VERGOGNATEVI!
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
“Te Deum” delle scuole private paritarie per i 300 milioni nel DL Rilancio ultima modifica: 2020-07-04T20:35:35+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl