Tfa Sostegno VI ciclo, si parte a settembre. Tutte le informazioni

di Lara La Gatta,  La Tecnica della scuola, 7.7.2021.

Il DECRETO e le TABELLE posti per regione e grado di scuola.

22.000 posti disponibili: le Università che attiveranno i corsi.

Come si svolgerà la prova preselettiva.

Il Decreto ministeriale 755 del 6 luglio, appena pubblicato, in data 7 luglio 2021, autorizza il VI ciclo del Tfa Sostegno tanto atteso.

Le date di svolgimento dei test preselettivi sono fissate per tutti gli indirizzi della specializzazione per il sostegno per i giorni 20, 23, 24 e 30 settembre 2021 nelle modalità di seguito indicate:

  • 20 settembre 2021 (mattina) prove scuola dell’infanzia;
  • 23 settembre 2021 (mattina) prove scuola primaria;
  • 24 settembre 2021 (mattina) prove scuola secondaria I grado;
  • 30 settembre 2021 (mattina) prove scuola secondaria II grado.

Ogni Ateneo che ha validamente presentato la propria offerta formativa – spiega il Decreto – è autorizzato ad attivare i percorsi di formazione per il conseguimento dellaspecializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità nella scuola dell’infanzia, nella scuola primaria, nella scuola secondaria di I grado e nella scuola secondaria di II grado.

LA RIPARTIZIONE POSTI PER GRADO DI SCUOLA E PER REGIONE

Modalità di espletamento delle prove d’accesso

Le modalità di espletamento delle prove di accesso sono predisposte dagli atenei con propri Bandi e costituite da un test preselettivo, una o più prove scritte ovvero pratiche e da una prova orale, nonché gli aspetti organizzativi e didattici del corso di specializzazione per le attività di sostegno, sono disciplinati ai sensi del d.m. 8 febbraio 2019, n. 92 e del D.M. 7 agosto 2020, n. 90.

I corsi dovranno concludersi entro il mese di luglio 2022.


Il Decreto ministeriale 755 del 6 luglio, appena pubblicato, in data 7 luglio 2021, autorizza 22mila posti per il VI ciclo del Tfa Sostegno tanto atteso.

Le modalità di espletamento delle prove di accesso sono predisposte dagli atenei con propri bandi e costituite da un test preselettivo, una o più prove scritte ovvero pratiche e da una prova orale, nonché gli aspetti organizzativi e didattici del corso di specializzazione per le attività di sostegno, sono disciplinati ai sensi del D.M. 8 febbraio 2019, n. 92 e del D.M. 7 agosto 2020, n. 90.

ALLEGATO A al DM 755 del 6 luglio 2021

Tabella riassuntiva offerta formativa specializzazione sul sostegno,
definita ai sensi dell’art. 2, commi 2, 3 e 4 del D.M. 948/2016
Gilda Venezia
Gilda Venezia

Le date di svolgimento dei test preselettivi sono fissate per tutti gli indirizzi della specializzazione per il sostegno per i giorni 20, 23, 24 e 30 settembre 2021 nelle modalità di seguito indicate:

  • 20 settembre 2021 (mattina) prove scuola dell’infanzia;
  • 23 settembre 2021 (mattina) prove scuola primaria;
  • 24 settembre 2021 (mattina) prove scuola secondaria I grado;
  • 30 settembre 2021 (mattina) prove scuola secondaria II grado.

Ogni Ateneo che ha validamente presentato la propria offerta formativa – spiega il Decreto – è autorizzato ad attivare i percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità nella scuola dell’infanzia, nella scuola primaria, nella scuola secondaria di I grado e nella scuola secondaria di II grado.

LA RIPARTIZIONE POSTI PER GRADO DI SCUOLA E PER REGIONE

Candidati del V ciclo

Segnaliamo inoltre che l’articolo 1 del Decreto ministeriale, esclusivamente per questo ciclo, autorizza ad accedere direttamente alla prova scritta i candidati che abbiano superato la prova preselettiva del V ciclo, ma che a causa di sottoposizione amisure sanitarie di prevenzione da COVID-19 (isolamento e/o quarantena, secondo quanto disposto dalla normativa di riferimento), non abbiano potuto sostenere le ulteriori prove.


Come abbiamo già comunicato, il Decreto ministeriale 755 del 6 luglio autorizza il VI ciclo del Tfa Sostegno.

Le date di svolgimento dei test preselettivisono fissate per tutti gli indirizzi della specializzazione per il sostegno per i giorni 20, 23, 24 e 30 settembre 2021. In particolare:

  • 20 settembre 2021 (mattina) prove scuola dell’infanzia;
  • 23 settembre 2021 (mattina) prove scuola primaria;
  • 24 settembre 2021 (mattina) prove scuola secondaria I grado;
  • 30 settembre 2021 (mattina) prove scuola secondaria II grado.

I posti autorizzati

In totale, sono stati autorizzati 22.000 posti suddivisi tra le diverse Università che hanno presentato la propria offerta formativa e che sono pertanto autorizzate ad attivare i percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità nella scuola dell’infanzia, nella scuola primaria, nella scuola secondaria di I grado e nella scuola secondaria di II grado.

Gli Atenei che attiveranno i corsi

Al D.M. 755 del 6 luglio è allegata la Tabella riassuntiva dell’offerta formativa (riportata anche sotto) con l’indicazione delle Università che attiveranno i corsi e i posti disponibili suddivisi per grado di scuola.

Il maggior numero di posti è offerto dagli Atenei del Sud Italia. In testa le Università di Messina e Palermo con ben 1.400 posti ognuna. A seguire l’Università Suor Orsola Benincasa in Campania, con 1.230 posti, l’Università di Enna Kore (1.125), Foggia (1.100) e Catania (1.000).


Il Decreto ministeriale 755 del 6 luglio, appena pubblicato, in data 7 luglio 2021, autorizza 22mila posti per il VI ciclo del Tfa Sostegno tanto atteso.

Le modalità di espletamento delle prove di accesso sono predisposte dagli atenei con propri bandi – spiega il Decreto ministeriale – e sono costituite da un test preselettivo, una o più prove scritte ovvero pratiche e da una prova orale, nonché gli aspetti organizzativi e didattici del corso di specializzazione per le attività di sostegno, sono disciplinati ai sensi del D.M. 8 febbraio 2019, n. 92 e del D.M. 7 agosto 2020, n. 90.

La prova preselettiva

Ed eccoci alla prova d’accesso al Tfa, la cosiddetta prova preselettiva. Secondo quanto stabilito dal sopra citato D.M. 8 febbraio 2019, n. 92, le prove di accesso dovrebbero svolgersi come segue:

  • il test preliminare è costituito da 60 quesiti a risposta multipla, formulati con cinque opzioni di risposta, fra le quali il candidato ne individua una soltanto;
  • almeno 20 dei predetti quesiti sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana;
  • la risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la mancata risposta o larisposta errata vale zero punti;
  • il test ha la durata di due ore.

.

.

.

.

.

.

 

 

Tfa Sostegno VI ciclo, si parte a settembre. Tutte le informazioni ultima modifica: 2021-07-08T06:12:15+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl