Uccisa dal wi-fi della scuola

di Pasquale Almirante, La Tecnica della scuola, 28.5.2018

– È accaduto a Jenny Fry, una ragazza inglese, che si è tolta la vita a 15 anni dopo aver sviluppato quella che i medici hanno definito “allergia da wi-fi”.

Una patologia per causa delle onde wi-fi

Si tratterebbe di una patologia che sviluppare una sensibilità particolare alle onde della connessione senza fili.

Il Messaggero, riportando la notizia, precisa che la ragazza “aveva gravi disturbi: era paralizzata, aveva forti mal di testa, non riusciva a controllare i propri muscoli ed era anche diventata incontinente. Una condizione con cui ha dovuto convivere per due anni, fino a quando non ha preso la decisione drastica e si è uccisa.

La dimostrazione scientifica da parte dei medici

I medici hanno fatto uno studio in cui hanno dimostrato che i bimbi e i ragazzi hanno dei tessuti più sottili che fanno sì che vengano assorbite le onde elettromagnetiche e le conseguenze possono essere molteplici. Dai banali mal di testa, alle vertigini, alla fuoriuscita di sangue dal naso, fino a vere e proprie allergie.

Stava meglio lontano dalla scuola

La ragazza aveva iniziato a stare meglio in estate, lontana dal wi-fi, ma come la scuola ha ripreso a settembre le sue condizioni sono nuovamente peggiorate.

La costante esposizione alle onde wifi, a cui molti studenti sono sottoposti, ha reso Jenny particolarmente sensibile, fino a diventarne allergica.

.

.

.

Uccisa dal wi-fi della scuola ultima modifica: 2018-05-29T06:06:59+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl