Vietato ammalarsi dopo le 7.30

dalla Gilda degli insegnanti di Parma e Piacenza, 20.11.2018

– Fornovo Taro, Solignano, Berceto e Terenzo. Siamo all’assurdo –

Se non fosse un atto ufficiale potrebbe sembrare una barzelletta eppure si tratta di una tragicomica realtà, i docenti delle scuole statali di alcuni comuni del Parmense quando si ammalano devono farlo sapere all’amministrazione scolastica entro le 7.30, qualora dovessero ammalarsi dopo tale orario non sanno come doversi regolare, come se i malanni avessero un termine orario per potersi manifestare.

Il fatto ancora più curioso ed inspiegabile è che questa disposizione vale solo per gli insegnanti, gli appartenenti alle altre categorie scolastiche: bidelli, impiegati e personale dirigenziale sono evidentemente “liberi” ammalarsi a qualsiasi ora del giorno e della notte. La disposizione è stata emessa dalla dottoressa Gloria Cattani, dipendente dell’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia Romagna con qualifica di dirigente scolastico, assegnata in “reggenza” all’Istituto Comprensivo di Fornovo di Taro (Parma) al quale afferiscono le scuole dell’infanzia, primarie e medie che si trovano nei comuni di Fornovo Taro, Solignano, Berceto e Terenzo.

Oltre alla singolare termine orario, la disposizione suggerisce agli stessi docenti di comunicare la loro assenza, ovviamente entro le 7.30, anche inviando messaggi whatsapp o sms ai loro colleghi che coordinano i plessi scolastici, come se fosse normale in una pubblica amministrazione far viaggiare dati sensibili verso utenze telefoniche private e come se la scuola non avesse un ufficio.

Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda degli Insegnanti, precisa: “Abbiamo formalmente invitato l’Ufficio Scolastico regionale ad intervenire è passata una settimana ma tutto tace, ci spieghino perché i docenti di questi comuni, dove non risultano problemi particolari di assenteismo devono essere trattati in questo modo assurdo, chi è responsabile politico delle azioni dell’amministrazione scolastica se c’è batta un colpo, noi ci riserviamo ulteriori azioni e rivendichiamo sanzioni a carico di chi mette in innegabile imbarazzo l’amministrazione scolastica” .

.

.

.

.

Vietato ammalarsi dopo le 7.30 ultima modifica: 2018-11-20T14:57:59+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl