Zona rossa, chiudono scuole e nidi. Chi ha diritto al bonus baby sitter o congedo

Huffington Post, 12.3.2021.

Se tutta l’Italia va verso la zona rossa cosa succede a chi va a scuola? Cosa succede in zona rossa, arancione o gialla.

Gilda Venezia

Se tutta l’Italia va verso la zona rossa cosa succede a chi va a scuola? E soprattutto cosa succede ai genitori di chi va a scuola? Si può ricorrere al bonus baby-sitter o ai congedi? Da quando? Chi ne ha diritto?

Facciamo chiarezza: chi è in zona rossa dovrà tenere i figli a casa. Non ci saranno più lezioni in presenza per tutti gli alunni: dagli asili nido alle scuole superiori. E questa disposizione è valida fino al 6 aprile. Avere i figli a casa significa anche poter ricorrere ai ristori. Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera all’anticipo dei congedi parentali, in relazione alle nuove chiusure determinate dalla stretta Covid e dall’aumento delle zone rosse. Congedi parentali al 50% per chi ha figli sotto i 14 anni (retroattivi dal 1 gennaio) e smart working per chi ha figli sotto i 16 anni. Bonus baby sitter fino a 100 euro a settimana per autonomi, operatori sanitari e forze ordine. Il bonus è alternativo al congedo parentale.

Infanzia, elementari, medie e superiori in zona rossa. Il primo Dpcm dell’era Draghi, quello del 2 marzo per intenderci, ha dettato le regole. “Dal 6 marzo si prevede nelle zone rosse la sospensione dell’attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia ed elementari”. Solo gli studenti con disabilità o con bisogni educativi speciali potranno continuare ad andare in classe.

Gli asili nido in zona rossa restano aperti o chiusi? La risposta è sì, resteranno chiusi. Nel testo del decreto del presidente del Consiglio si legge che “sono sospese le attività dei servizi educativi dell’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017 n.65”. Quell’articolo parla proprio di “servizi educativi per l’infanzia e scuole dell’infanzia statali e paritarie”. Non solo le materne, dunque, ma anche nidi e micronidi che accolgono le bambine e i bambini tra tre e trentasei mesi di età, le sezioni primavera, le ludoteche e gli asili in casa.

E le università nelle zone rosse? Per quanto riguarda gli atenei sono le singole università a decidere quali attività formative indispensabili possono essere mantenute in presenza, nel rispetto del protocolli e sentito il Consiglio universitario regionale. E lo stesso vale per esami e sessioni di laurea, di cui va garantito svolgimento e modalità pubblica (anche telematica).

Dad nella zona arancione. Dipende dalla Regione e dai contagi. Nelle zone arancioni i Presidenti delle regioni o province autonome potranno disporre la chiusura in tutte le aree regionali o provinciali nelle quali l’incidenza cumulativa settimanale dei contagi sia superiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti oppure in caso di motivata ed eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico. In tutte le altre situazioni, la scuola resta in presenza come già stabilito dai provvedimenti in vigore: in presenza per gli alunni dell’infanzia, delle elementari e delle medie, mentre per quelli delle superiori è prevista la didattica in presenza almeno al 50% e fino ad un massimo del 75%.

Cosa succede ai nidi nelle zone arancioni? I nidi e le materne sono esclusi dalla chiusura. Così è in Lombardia, ad esempio, dove dal 5 marzo sono state sospese tutte le lezioni in presenza – tranne quelle per gli studenti figli di personale sanitario o di altre categorie di lavoratori le cui prestazioni siano ritenute indispensabili – a eccezione di asili, micro nidi e sezioni Primavera.

Scuola zona gialla. Le regioni gialle, come le arancioni, che hanno oltre 250 casi di Covid ogni 100 mila abitanti per almeno 7 giorni di fila devono chiudere le scuole e mandare a casa gli studenti. Il provvedimento può scattare anche solo per province o comuni, non necessariamente per una intera regione.

.

.

.

.

.

 

Zona rossa, chiudono scuole e nidi. Chi ha diritto al bonus baby sitter o congedo ultima modifica: 2021-03-13T06:16:26+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl