Certificazione delle competenze, ecco il nuovo modello

Tecnica_logo15B

Fabrizio De Angelis, La Tecnica della scuola, 18.10.2017

– Il decreto legislativo 62/2017, sulla certificazione delle competenze della scuola del I ciclo, prevede alcune novità, riassunte dal Miur nella circolare del 10 ottobre 2017.
In particolare, si ricorda che la certificazione delle competenze è redatta in sede di scrutinio finale e rilasciata agli alunni al termine della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado (a coloro che superano l’esame di Stato), si legge su Il Sole 24Ore.

IL MODELLO
Per quanto riguarda i principi generali, il modello deve essere predisposto su misura in base al profilo dello studente,  cosi come definito dalle indicazioni nazionali per il curricolo, alle competenze chiave individuate dall’Unione europea e alla descrizione dei diversi livelli di acquisizione delle competenze medesime.
Inoltre, il modello può mettere in evidenza eventuali competenze ritenute significative dai docenti della classe o dal consiglio di classe, sviluppate in situazioni di apprendimento non formale e informale.

SEZIONE INVALSI
Un volta rilasciata la certificazione delle competenze al termine del primo ciclo, vi è una integrazione di una sezione a cura dell’Invalsi, in cui vengono descritti il livello raggiunto dall’alunno nelle prove di italiano e matematica e un’ulteriore sezione,  sempre redatta da Invalsi, in cui si certificano le abilità di comprensione ed uso della lingua inglese.

ALUNNI DISABILI
Per quanto riguarda la certificazione delle competenze per  gli alunni con disabilità, questa deve essere redatta sul modello nazionale e può essere accompagnata, se necessario, da una nota esplicativa collegata agli obiettivi specifici del piano educativo individualizzato (PEI).

PRIVATISTI
Infine, la circolare ministeriale specifica che la certificazione delle competenze non viene  rilasciata agli alunni che partecipano all’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione come privatisti.
Invece, per gli alunni delle scuole italiane all’estero è previsto il rilascio della certificazione delle competenze senza l’integrazione a cura di Invalsi.

.

.

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl