Decreto scuola, persa occasione per correggere legge 107

Gilda_logo-zeroB

dall’ufficio stampa della Gilda degli insegnanti,   25.5.2016

 Rino Di Meglio bolla l´ok in via definitiva della Camera al decreto scuola

scuola-statale9

“Bruciata un´occasione per correggere le gravi storture della legge 107/2015”: così Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, bolla l´ok in via definitiva della Camera al decreto scuola.

“Al Senato è stata posta la fiducia e a Montecitorio il testo è passato senza che fosse accettato alcun emendamento, confermando ancora una volta l´intransigenza del governo e della maggioranza parlamentare. Il provvedimento non scalfisce gli aspetti più deleteri della riforma, ovvero chiamata diretta, ambiti territoriali e comitato di valutazione, che stanno producendo già pesanti effetti negativi. E all´orizzonte – avverteDi Meglio – si prospettano altre gravi ricadute sul regolare avvio del prossimo anno scolastico a causa dei ritardi nelle assegnazioni dei docenti alle classi. D´altra parte, ad attestare la difficoltà operativa in cui versa il Miur è anche la proroga al 15 settembre del termine per le assunzioni a tempo indeterminato”.

“Nonostante i toni trionfalistici del Pd, – conclude il coordinatore nazionale della Gilda – riteniamo che il provvedimento approvato questa mattina non sia affatto risolutivo delle principali criticità della legge 107/2015 contro le quali proseguiamo la battaglia attraverso la raccolta delle firme per il referendum”.

Roma, 25 maggio 2016
Ufficio stampa Gilda degli Insegnanti

Decreto scuola, persa occasione per correggere legge 107 ultima modifica: 2016-05-25T22:10:37+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl