Contratto e legge 107, FGU in piazza il 28 novembre

Gilda_logo-zeroB

dall’ufficio stampa della Gilda degli insegnanti,   28.10.2015. 

Per chiedere con forza un rinnovo dignitoso del contratto e la modifica della riforma dell´istruzione.  Gilda-bandiere2

Anche la Federazione Gilda-Unams scenderà in piazza a Roma il prossimo 28 novembre con gli altri sindacati per chiedere con forza un rinnovo dignitoso del contratto e la modifica della riforma dell´istruzione.

Le risorse stanziate nella legge di Stabilità per il rinnovo del contratto – afferma Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Fgusono a dir poco irrisorie , mettere nel piatto appena 219 milioni di euro per tutto il pubblico impiego è una provocazione che lascia intendere la chiusura del Governo rispetto a una contrattazione seria e, dunque, la volontà di lasciare il contratto bloccato alle attuali condizioni“.

La Fgu – aggiunge Di Megliomanifesterà anche per denunciare ancora una volta il caos provocato dalla legge 107 e chiedere certezza del diritto attraverso la definizione chiara degli ambiti di intervento, così da porre fine alle continue incursioni legislative operate in ambito contrattuale dai Governi nel corso dagli anni a partire da Brunetta. In mancanza di risposte certe – conclude il coordinatore nazionaleil percorso verso lo sciopero generale appare inevitabilmente segnato“.

Roma, 28 ottobre 2015
Ufficio stampa Gilda degli Insegnanti

Allegato:

Contratto e legge 107, FGU in piazza il 28 novembre ultima modifica: 2015-11-08T21:29:58+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl