Corsi & ricorsi/1. Va ricorso…

tuttoscuola_logo14TuttoscuolaNews,  n. 751 del  4.4.2016 

ricorso1

– Una trentina d’anni fa un pamphlet dello storico della filosofia Carlo Augusto Viano, intitolato Va pensiero, aprì una vivace polemica culturale con i sostenitori del cosiddetto ‘Pensiero debole’, in particolare con il filosofo torinese post-modernista Gianni Vattimo, accusato da Viano di aver ridotto la conoscenza della realtà a mera interpretazione, a pura soggettività, negando alla realtà stessa di esistere in sé, a prescindere dal soggetto che entra in contatto con essa.

Polemiche filosofiche che hanno avuto illustri precedenti nel tempo, fin dal mondo antico: basti ricordare le controversie tra i filosofi della scuola eleatica come Parmenide, teorici dell’immobilità,  e i naturalisti come Talete o Eraclito, teorico del divenire della realtà.

Questo tipo di controversie, scontando le dovute differenze e distanze, sembra caratterizzare anche le diverse concezioni del diritto che emergono dall’enorme e abnorme moltiplicazione dei ricorsi alla magistratura (non solo quella amministrativa) che si è verificata in Italia negli ultimi 15-20 anni, soprattutto in campo scolastico.

È come se la certezza del diritto si fosse sfrangiata in un gioco di specchi ciascuno dei quali riflette una diversa e soggettiva interpretazione della norma. E dunque Va ricorso potrebbe essere il titolo di una analisi di quanto accade ormai da (troppo) tempo nel mondo della scuola. Ma non è sempre stato così, come mostriamo nelle due news successive, e si deve sperare che l’Italia smetta presto, o almeno non in tempi geologici, di essere la patria del diritto incerto.

Corsi & ricorsi/1. Va ricorso… ultima modifica: 2016-04-04T05:06:57+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl