Crolla una parete in una scuola nel Napoletano: ferita una maestra incinta, contusi due bimbi

TGCOM, 17.4.2019

– I piccoli sono usciti in lacrime dallʼaula. Un insegnante di sostegno, al quarto mese di gravidanza, si è recata dal proprio ginecologo per un controllo dopo essersi accertata delle condizioni degli alunni

Una parete è crollata in una scuola a Sant’Anastasia, in provincia di Napoli. Una maestra di sostegno impegnata con un bimbo disabile è stata ferita alla testa e a una spalla. La donna, al quarto mese di gravidanza, si è recata dal proprio ginecologo per un controllo dopo essersi accertata delle condizioni degli alunni. Nel crollo sono rimasti contusi lievemente anche due bimbi.

A crollare è stata una parte di una parete divisoria tra una terza e una quarta classe situate al primo piano del plesso di corso Umberto I del primo istituto comprensivo di Sant’Anastasia.

Bimbi e maestra medicati sul posto – I due bambini e la maestra di sostegno coinvolti nel crollo della parete sono stati medicati sul posto dal personale sanitario del 118. Secondo quanto si è appreso, nessuno di loro è voluto ricorrere a cure ospedaliere. L’insegnante, incinta di quattro mesi, ha preferito comunque recarsi dal proprio ginecologo per controllare le condizioni del feto. Era l’ultimo giorno di scuola prima della lunga pausa pasquale: la scuola, infatti, riaprirà il 29 aprile prossimo.

Fuga in lacrime dall’aula – I bambini sono scappati fuori dall’aula subito dopo il crollo della parete, rifugiandosi nell’atrio del plesso in attesa dell’arrivo dei genitori. Lo raccontano alcune mamme all’uscita del plesso di via Umberto I, sottolineando che gli alunni, sotto shock, piangevano e raccontavano di aver sentito un boato e visto la parete crollare sulla maestra di sostegno rimasta leggermente ferita al capo e auna spalla.

“Gli alunni non capivano cosa fosse successo” – “Piangevano tanto – racconta una mamma – e noi ci siamo spaventate perché sui gruppi si sono susseguite le foto della parete, e non riuscivamo a capire cosa fosse realmente successo”. Uno dei bambini è rimasto contuso colpito da una delle pietre della parete, mentre un altro bambino, spiega un papà, sarebbe rimasto contuso ad una gamba mentre scappava dall’aula.

Il sindaco dispone un’indagine interna – La parete crollata era stata realizzata una decina di anni fa, per dividere in due un vano più ampio. Lo rende noto Lello Abete, il quale sottolinea di aver già disposto indagini interne, per verificare “come e chi ha effettuato i lavori”. “Fortunatamente non ci sono vittime – ha detto – ma queste cose non devono accadere”.

Verifiche strutturali effettuate a settembre – Il muro, secondo alcune indiscrezioni, è stato realizzato in calcestruzzo cellulare e sono in corso verifiche dei vigili del fuoco per scoprire se ci sono altre pareti simili. L’edificio è stato oggetto di verifiche strutturali a settembre. I cornicioni della scuola, secondo alcune mamme, sarebbero stati messi in sicurezza con reti, già da un anno.

.
.
.
.

.

.
.
.
.

.

.
.
.
.

.

.
.
.
.

.

.
.
.
.
.
Crolla una parete in una scuola nel Napoletano: ferita una maestra incinta, contusi due bimbi ultima modifica: 2019-04-18T05:25:28+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl