Doppio rischio di contrarre il covid-19 per gli insegnanti italiani

di Sergio Guarino,  La Tecnica della scuola, 18.10.2020.

Gilda Venezia

Da docente che insegna come si raccolgono i dati sperimentali di un fenomeno per poi elaborarli e  dedurre  informazioni  mi risulta difficile capire l’analisi fatta da uomini di governo, politici  e giornalisti sulla diffusione dell’epidemia fra gli insegnati della scuola italiana nel periodo compreso fra il 14 settembre e il 10 ottobre.

Tutti sono unanimi nell’affermare che i numeri ci dicono che i contagi nella scuola rappresentano  solo  “lo zero virgola …” e che pertanto la scuola e particolarmente protetta dal contagio.

I dati raccolti  nel periodo fra il 14 settembre e il 10 ottobre che ci sono stati forniti sono questi:

persone contagiate 35642
docenti contagiati 1020
Docenti  in servizio 753000
Popolazione italiana 60306000

Pertanto risultano contagiati circa lo 0,13 per cento dei docenti, mentre nello stesso periodo si sono contagiati lo 0,06 per cento degli italiani. Cioè i dati dicono che i docenti hanno il doppio di probabilità di contrarre il virus rispetto a qualunque altro cittadino italiano.

La percentuale del contagio fra gli studenti è dello 0,08  (meno dei docenti ma più della media nazionale).
Chi sbaglia e perché nell’analizzare questi dati?

.

.

.

.

.

.

.

 

Doppio rischio di contrarre il covid-19 per gli insegnanti italiani ultima modifica: 2020-10-19T05:26:51+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl