Il docente Positivo al Covid non deve essere impegnato con la DAD

di  Vito Carlo Castellana, InfoDocenti.it, 13.11.2020.

Gilda Venezia

In questi giorni molta confusione regna nelle scuole, capita spesso che docenti positivi al covid continuino comunque a tenere le lezioni in DAD da casa. Si deve fare una distinzione tra chi è posto in quarantena o in isolamento fiduciario e chi invece è risultato positivo al Covid 19.

Coloro che sono positivi al Coronavirus, in presenza di un certificato di malattia non devono svolgere attività lavorativa. Lo precisa la nota ministeriale del 9 novembre 2020:

il docente risultato positivo al Covid-19, ove espressamente posto in condizione di malattia certificata risulta impossibilitato allo svolgimento della prestazione lavorativa”

Nel caso invece di quarantena o isolamento fiduciario la stessa nota precisa che “Il dirigente scolastico, in presenza di difficoltà organizzative personali o familiari del docente in quarantena o isolamento fiduciario, ne favorirà il superamento anche attraverso la concessione in comodato d’uso della necessaria strumentazione tecnologica.”

Resta però il nodo della connessione, il docente potrebbe non avere un’adeguata connessione internet, tale da garantire la dad, ma soprattutto a carico di chi è la connessione, visto che il docente non decide per sua scelta di restare a casa, ma il provvedimento di quarantena o isolamento viene imposto? A queste domande il contratto integrativo sulla DAD non ha dato risposte, nè lo ha fatto la nota ministeriale. Probabilmente nei prossimi mesi fioccheranno sentenze in merito.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

 

Il docente Positivo al Covid non deve essere impegnato con la DAD ultima modifica: 2020-11-14T03:30:25+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl