La sicurezza delle scuole non è rispettata perché lo Stato proroga le norme

Tecnica_logo15B

Aldo Domenico Ficara,  La Tecnica della scuola, 6.3.20217

– Le norme sulla sicurezza nelle scuole ci sono e sono vecchie di 25 anni, ma possono non essere rispettate perché lo Stato ne ha prorogato gli effetti.

L’ultima recente proroga è fino alla fine del 2017 per gli adeguamenti strutturali e impiantistici.

A tal riguardo i vigili del fuoco nei giorni scorsi, avevano multato la preside della scuola di Rebbio (Como) dopo che, nel corso di un intervento per un taglio pianta, un vigile aveva notato che gli estintori non erano stati revisionati.

Sull’episodio il comandante provinciale dei vigili del fuoco ha dichiarato: ”Sono state considerate nel verbale carenze gestionali che purtroppo, anche solo a vista, non potevano non essere rilevate, tra l’altro limitando la sanzione pecuniaria al “minimo sindacale”. Certo noi, come vigili del fuoco, ci rendiamo conto della situazione in essere e cerchiamo di non essere particolarmente invasivi. Il nostro obiettivo è solo ed esclusivamente quello di fare sicurezza. Che, credo, sia quello che i cittadini si aspettano da noi“.

.

.

La sicurezza delle scuole non è rispettata perché lo Stato proroga le norme ultima modifica: 2017-03-06T15:37:19+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl