Mobilità e ambiti territoriali, incontro al Miur

Gilda_logo-zeroB

dall’Ufficio stampa della Gilda degli insegnanti,   23.12.2015.  

Resoconto delle organizzazioni sindacali.  

Giannini-assente1– Questa mattina, alle ore 9.30, presso il salone ex-CNPI del MIUR, si è tenuto l´incontro richiesto dalle OO.SS. rappresentative per chiedere al ministro di chiarire i nodi politici relativi alla mobilità del personale e alla costituzione degli ambiti territoriali. Assente il ministro, la delegazione di parte pubblica era guidata dal capo di gabinetto, il dott. Fusacchia.

Il dott. Fusacchia ha esordito esprimendo il proprio augurio per l´avvio della contrattazione sulla mobilità 2016/2017, confidando in un esito positivo, ricordando che in caso di mancato accordo l´Amministrazione procederà con un atto datoriale nel pieno rispetto dei commi della legge 107/2015.

Le OO.SS. rappresentative hanno rilevato l´assenza del ministro in un´occasione che ha ricadute significative per la vita professionale di centinaia di migliaia di docenti, facendo notare come lo stato delle relazioni sindacali sia arrivato ad un livello così basso da generare la maggior parte delle problematiche con le quali lo stesso ministero è oggi alle prese: mancato pagamento dei precari, confusione nella elaborazione del PTOF e nella definizione degli organici, caos nella fase C su tutto quello che riguarda il potenziato e tanto altro ancora. Situazioni che oltre a danneggiare le scuole e la qualità dell´insegnamento appannano anche l´immagine della stessa Amministrazione di fronte all´opinione pubblica.

Nel merito la nostra delegazione ha ribadito la totale contrarietà agli ambiti territoriali in funzione della chiamata diretta, rivendicando gli spazi della contrattazione e chiedendo che la mobilità del 2016/2017 si faccia per tutti sulle sedi di titolarità nelle scuole. Questo al fine di evitare confusione e disparità di trattamento tra i docenti come emergerebbero di sicuro se si seguisse l´indirizzo dato fino ad ora dall´Amministrazione al tema della mobilità.

Le OO.SS. hanno ricordato al dott. Fusacchia come nelle scuole reali, a differenza di quelle virtuali pensate al ministero, i docenti e, perfino, i dirigenti scolastici siano in grande difficoltà a causa delle indicazioni spesso contraddittorie delle legge 107/2015 e dell´assenza di un indirizzo che tenga conto delle problematiche aperte da parte del ministero.
Tra l´altro nel corso degli ultimi anni anche la gestione del sistema informatico ha creato grossi problemi nei momenti topici della mobilità e delle altre scadenze (vedi pagamento supplenti); il che fa prevedere anche per questo anno, nel caso di innovazioni intempestive, il ripetersi con aggravante delle stesse difficoltà.
Le OO.SS. hanno segnalato inoltre situazioni alle quali chiedono immediata soluzione e che da tempo sono lasciate dall´Amministrazione nel dimenticatoio: pagamento degli stipendi per tutti i supplenti; assunzioni ATA; posizioni economiche ATA. Chiedono inoltre di conoscere l´iter del bando di concorso annunciato da mesi e che nessuno ha visto.

Il dott. Fusacchia ha ribadito che non ci può essere alcun rinvio per la definizione degli ambiti, non c´è il mandato politico su questo punto, ma che per quanto riguarda la mobilità l´Amministrazione c´è la disponibilità a discutere su tutte le problematiche presentate dalle OO.SS. E ha chiesto un ulteriore incontro con i segretari generali il 28 dicembre.

I segretari delle OO.SS. hanno dato la loro disponibilità per il 28 dicembre onde verificare e approfondire i temi della mobilità sui quali l´Amministrazione ha manifestato un´apertura al confronto e in particolare hanno chiesto di sapere i criteri sui quali l´Amministrazione intende costituire gli organici.A margine dell´incontro il capodipartimento, dott.ssa De Pasquale, ha informato le OO.SS. della nota sul PTOF da inviare in giornata alle scuole.

Le OO.SS. hanno richiesto di inserire una parte relativa all´iter del PTOF nella quale si specifichi il ruolo decisivo del Collegio docenti e del Consiglio d´Istituto, tenuto conto anche del confronto con le OO.SS. La nostra delegazione ha rinnovato la richiesta di non rendere prescrittivo il termine del 15 gennaio per la presentazione del PTOF (che peraltro andrebbe pubblicato sul portale che ancora non c´è).

L´Amministrazione ha sottolineato l´importanza di presentare il PTOF alle famiglie in tempo utile per la scelta della scuola alla quale iscriversi.

Infine, le OO.SS. hanno chiesto un incontro urgente per definire la gestione dell´organico potenziato al fine di garantire agli insegnanti i diritti contrattuali perché dalle moltissime segnalazioni giunte nelle sedi molti docenti lamentano un utilizzo “selvaggio” in termini di orario di servizio e di attività richieste, in particolare per le supplenze. La dott.ssa De Pasquale ha fissato l´incontro per martedì 29 dicembre alle ore 10.

Mobilità e ambiti territoriali, incontro al Miur ultima modifica: 2015-12-23T21:08:14+00:00 da Gilda Venezia

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl