Nuovo a.s. 2020-21. Primo collegio docenti, in presenza o a distanza?

Professionisti_logo1

di Marilena Maddaluna,  Professionisti Scuola Network, 18.8.2020.

Numerosi i punti da dibattere, vediamo quali.

Gilda Venezia

Tra incertezze e polemiche si avvicina sempre di più l’inizio del prossimo anno scolastico che vedrà i dirigenti scolastici già titolari e i 458 neo DS, che saranno assunti con il contingente per il 2020-21 (per altro ancora in attesa di conoscere la regione e la sede di assegnazione), dover affrontare moltissime problematiche dovute all’emergenza covid-19.

I dirigenti scolastici si troveranno a gestire, in un clima di costante cambiamento, situazioni complesse come la didattica integrata e il tema della sicurezza e delle misure anti-covid che rappresentano una grande novità rispetto alla prassi consolidata. Molti docenti si chiedono quale sarà la modalità di convocazione (in presenza o a distanza on line) in riferimento alle condizioni epidemiologiche e alle misure di sicurezza legislative in vigore.

Quale potrebbe essere l’ ordine del giorno del primo Collegio dei docenti e quali le modalità di svolgimento, in presenza o a distanza? Una possibilità, quella della riunione collegiale a distanza, già scelta da alcuni dirigenti scolastici che negli avvisi in via di pubblicazione sugli albi istituzionali hanno già indicato la piattaforma digitale sulla quale si svolgerà il collegio.

Di seguito elenchiamo i possibili punti che saranno all’ordine del giorno con un’analisi per quelli di maggior interesse.

  • Comunicazioni del Dirigente scolastico Attività integrative (PAI e PIA) e recupero apprendimenti. Ricordiamo che il PAI (Piano di apprendimento individualizzato) ai sensi dell’ art. 6 dell’O. M. 11/2020 che prevedere per gli alunni ammessi alla classe successiva, tranne che nel passaggio alla prima classe della scuola secondaria di primo grado ovvero alla prima classe della scuola secondaria di secondo grado, in presenza di valutazioni inferiori a sei decimi, ai sensi di quanto disposto dall’articolo 2, comma 2 del Decreto legislativo i docenti contitolari della classe o il consiglio di classe predispongono un piano di apprendimento individualizzato in cui sono indicati, per ciascuna disciplina, gli obiettivi di apprendimento da conseguire, ai fini della proficua prosecuzione del processo di apprendimento nella classe successiva, nonché specifiche strategie per il miglioramento dei livelli di apprendimento. Il piano di apprendimento individualizzato è allegato al documento di valutazione finale.
  • Invece il PIA (Piano di integrazione degli apprendimenti), ai sensi dell’art. 2 dell’O. M. 11/2020, si configura come una vera e propria riprogettazione disciplinare, a cura del Consiglio di classe, in cui saranno inserite tutte le attività didattiche eventualmente non svolte, rispetto a quanto progettato all’inizio dell’anno scolastico. Nel PIA si specificheranno quindi gli obiettivi di apprendimento non affrontati o che necessitano di approfondimento.
  • Aggiornamento del Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF): Curricolo educazione civica L’emergenza dettata dal Coronavirus infatti ha determinato la ri-progettazione dell’azione didattico-educativa e progettuale d’Istituto, realizzata in DaD, nel periodo di sospensione delle attività didattiche in presenza. Tale progettazione didattico- educativa e progettuale è stata ispirata ad una valorizzazione dei diversi stili di apprendimento e del coinvolgimento attivo degli studenti e alla mobilitazione dei loro talenti e delle loro competenze digitali. Tale approccio quest’anno vede quindi necessario un aggiornamento del PTOF in relazione alla didattica integrata.
  • Inoltre l’insegnamento trasversale dell’educazione civica tanto cara all’on. Aldo Moro è attivato da quest’anno nella scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado. Le ore annuali d’ insegnamento di educazione civica saranno 33 (1 ora settimana) affidate ai docenti curriculari, da ricavare nell’ambito dell’attuale monte ore obbligatorio previsto dagli ordinamenti vigenti.
  • Criteri e modalità per erogare didattica digitale integrata. L’introduzione delle nuove tecnologie nella didattica ha comportato una ridefinizione dell’offerta formativa, in particolare le diverse scuole sono chiamate a definire nell’ottica dell’autonomia didattica e dell’ inclusione l’erogazione del servizio. L’erogazione del servizio va effettuata nel rispetto della privacy con la partecipazione delle famiglie specie per gli alunni e le alunne più piccoli.
  • Calendario scolastico, festività e decisione su suddivisione periodo didattico (trimestre/quadrimestre) Molti dirigenti scolastici stanno predisponendo un orario in presenza e un orario con didattica a distanza.
  • Nomina tutor neoassunti: proposta di candidature Nello scorso anno scolastico l’attività di peer to peer si è svolta a distanza per molti docenti neoimmessi in ruolo e le attività 4 ore di osservazione svolte nell’ambiente online.
  • Nomina Componenti Comitato di valutazione Individuazione attività alternative per alunni che non si avvalgono dell’IRC Piano attività 2020/21.
  • Istituzione commissioni Funzioni strumentali e incarichi a.s. 2020/21.
  • Eventuali Iscrizioni per la terza volta alunni respinti Proposta coordinatori di classe a.s. 20/21.
  • Delibera PON sussidi didattici L’ Avviso PON sussidi didattici, come si legge sullo stesso sito predisposto dal ministero, è finalizzato a consentire alle istituzioni scolastiche di acquistare supporti, libri e kit didattici anche da concedere in comodato d’uso a studentesse e studenti in difficoltà garantendo pari opportunità e diritto allo studio.
  • Le istituzioni scolastiche possono individuare studentesse e studenti in difficoltà cui assegnare libri di testo e altri sussidi didattici a sostegno e le cui famiglie possano documentare situazioni di disagio economico anche a causa degli effetti connessi alla diffusione del COVID-19 CFR. Predisposizione e attuazione di misure anti-covid.

La garanzia della salute di studenti e lavoratori all’apertura dell’anno scolastico forse è la maggiore preoccupazione di dirigenti scolastici e RSPP che stanno predisponendo misure per il distanziamento e nei locali scolastici nel rispetto della normativa vigente in accordo con L’ASL di competenza e nel rispetto delle prescrizioni del Comitato Tecnico Scientifico – composto da esperti e qualificati rappresentanti degli Enti e delle Amministrazioni dello Stato che supportano il Capo del Dipartimento della Protezione Civile nelle attività finalizzate al superamento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

.

.

.

.

.

.

 

Nuovo a.s. 2020-21. Primo collegio docenti, in presenza o a distanza? ultima modifica: 2020-08-19T06:03:10+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl