Reclutamento, firmato l’Atto di Indirizzo: cosa si prevede?

di Lara Sardi, Scuola in Forma, 16.9.2021.

Cosa prevede l’Atto d’Indirizzo firmato oggi, giovedì 16 settembre, dal ministro Bianchi in tema reclutamento.

Gilda Venezia

Oggi il Ministro Bianchi ha firmato l’Atto di Indirizzo che passerà in sede ARAN: quanto detto nei giorni scorsi dal capo di Trastevere sul reclutamento assume quindi veste ufficiale con la relativa pubblicazione.  Facciamo il punto della situazione a riguardo.

Cosa prevede l’Atto d’indirizzo in tema reclutamento

Tema molto caldo quello del reclutamento per i tantissimi precari che aspirano alla stabilizzazione. Nell’Atto di Indirizzo, firmato poche ore fa dal Ministro Bianchi, si delineano le misure che il Ministero intende adottare a riguardo.

n primo luogo, il testo sottolinea che, quella del reclutamento del personale scolastico, costituisce una tematica fondamentale per il Ministero dell’Istruzione: si parla, infatti, di “valenza strategica e centrale”.  Lo scopo del MI è di creare un sostanziale miglioramento dell’offerta formativa ed educativa nazionale: questo potenziamento in termini di qualità del sistema istruzione è intrinsecamente collegato all’incremento della professionalità docente.

Per raggiungere questo obiettivo è intenzione del Ministro Bianchi procedere con la riformulazione del sistema di reclutamento del personale docente: a tal fine, nell’Atto di Indirizzo il Ministero sottoscrive l’impegno a creare un nuovo modello di assunzione per i docenti. Questo deve comportare il ricorso ad un diverso sistema riguardante la formazione iniziale ed un ripensamento della corriera dell’insegnante.

L’idea di Bianchi

In molte altre occasioni, il Ministro Bianchi ha espresso i suoi propositi in merito al reclutamento: per lui occorre puntare sulla semplificazione delle attuali procedure di concorso riguardanti l’assunzione dei docenti e, come detto, sulla loro formazione. Parlando di semplificazione Bianchi vuole intendere che occorre procedere con “una periodica continuità delle prove”: ciò vuol dire che i futuri concorsi dovranno sia avvenire con cadenza regolare, sia essere regolati da “una logica di programmazione”. Lo scopo di questa misura è quello di poter garantire ogni nuovo inizio anno scolastico con il personale docente in cattedra. In merito alla semplificazione, il Ministro fa riferimento alla procedura semplificata già adottata per il concorso STEM: l’idea, quindi, sarebbe quella di estendere tale sistema agli altri concorsi.

.

.

.

.

.

Reclutamento, firmato l’Atto di Indirizzo: cosa si prevede? ultima modifica: 2021-09-17T07:53:46+02:00 da Gilda Venezia

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl