Riapertura delle scuole, occorre andare oltre lo scudo Azzolina

Gilda Venezia

dal blog di Gianfranco Scialpi, 6.4.2021.

Riapertura delle scuole. Lo scenario però è cambiato. La soluzione non è più lo scudo Azzolina.

Gilda Venezia

iapertura delle scuole. La decisione si basa sullo scudo Azzolina. Lo scenario, però è cambiato. Questo richiede un aggiornamento dello scudo Azzolina pensato per il virus cinese.

Riapertura delle scuole, si ripete lo scenario di settembre…

Riapertura delle scuole fino alla prima media anche nelle zone rosse. Questa è la decisione del governo. Lo scenario però  è cambiato, non lo scudo che resta quello di Lucia Azzolina. Mi riferisco alle soluzioni messe in atto dalla ex Ministra per rendere sicure le scuole. Ovviamente lo scudo presenta delle criticità  che Lucia Azzolina non poteva superare in pochi mesi. Mi riferisco alle classi pollaio, soluzione antipedagogica ed esorbitante ogni criterio finalizzato a rendere sicure le scuole.
Lo scudo Azzolina ha permesso a quasi tutte le sezioni di scuola dell’infanzia, delle classi delle primarie e secondarie di primo grado di convivere con un rischio di contagio accettabile. Un discorso diverso si deve fare per le superiori. Da novembre le classi della scuola secondaria di secondo grado sono state chiuse, non per motivi organizzativi interni alla scuola, bensì per la criticità dei trasporti.

Con le varianti tutto cambia

Come ho più volte scritto, le soluzioni hanno rappresentato comunque una  protezione, in presenza del virus cinese poco interessato a infettare i giovanissimi. Ora la variante inglese contagia anche i piccoli allievi e i giovani studenti (infanzia, primaria e scuola secondaria di primo grado), mentre  è avviata la vaccinazione di massa che rischia purtroppo di infrangersi sui Covid aggiornati. E’ di oggi la notizia di una variante giapponese che potrebbe sfuggire ai vaccini. I virologi  concordano nell’affermare che più il virus circola e maggiormente si favoriscono le varianti.
Quindi ci troviamo di fronte a un diverso scenario che impone una maggiore attenzione sulle aperture delle scuole. Il governo, invece, basandosi su uno studio molto criticato dal mondo scientifico decide di riaprire gli istituti fino alla terza media( zone arancioni ) o alla prima media  (zone rosse). Come ho scritto qualche giorno fa la decisione risulta poco coerente con il metodo scientifico.
M. Galli molto critico sulla riapertura delle scuole indica la soluzione di test salivari che possono rendere meno rischiosa l’apertura delle scuole.”Sono possibili, in tutto il mondo ci si è attivati per capire se e quanto funzionano“. Ora, solo quest’ultima attività può favorire un serio monitoraggio della situazione e una rapida decisione finalizzata a bloccare la diffusione della variante inglese. Ovviamente tutto questo richiede un’organizzazione capillare “Per riuscirci servirebbero risorse che il premier Draghi ha dimostrato di non voler investire: «In alcuni casi sarà possibile effettuare il test» per gli studenti, ha detto, «ma parlare di azione globale mi sembra eccessivo» (Il Manifesto, 27 marzo 2021).
Quindi è tramontata l’idea di far rientrare gli allievi e gli studenti con il tampone. Quest’ultimi poi stanno rispondendo tiepidamente. Su “Il Messaggero” riporta una situazione molto preoccupante: pochissimi giovani hanno prenotato l’esame nei drive regionali.
Preoccupa, infine il mancato aggiornamento della disposizione sulle mascherine. Sono confermate quelle chirurgiche, che rappresentano il livello minimo di protezione. Queste però proteggono gli altri e non chi le possiede. Detto questo però resta il dubbio che questi dispositivi di protezione siano la soluzione migliore per bloccare la variante inglese, più contagiosa del 37% rispetto al virus cinese. Non era il caso di puntare sulle mascherine FFP2  più protettive?

.

.

.

.

Riapertura delle scuole, occorre andare oltre lo scudo Azzolina ultima modifica: 2021-04-07T05:44:19+02:00 da Gilda Venezia

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl