Urne aperte anche il lunedì? Ma chi se ne importa degli esami nelle scuole?

tuttoscuola_logo14TuttoscuolaNews, n. 763 del  16.5.4.2016 

Alfano-mani1

– Il ministro degli Interni Alfano proporrà, dunque, nel prossimo Consiglio dei Ministri l’apertura dei seggi per le elezioni amministrative anche per il lunedì.

Per non scomodare l’elettore al mare e per rintuzzare le accuse al governo che con una sola giornata di voto limiterebbe un diritto democratico, si aggiungerà il lunedì per consentire agli elettori balneari l’esercizio del diritto al voto. Il prolungamento riguarderà il 6 e il 20 giugno.

E questo, ancora una volta senza tener conto che le votazioni si terranno negli edifici scolastici, con conseguente totale interdizione di ogni attività scolastica e degli esami di Stato.

Nella maggior parte delle regioni era previsto che le lezioni terminassero tra il 6 e l’8 giugno. Considerato che la predisposizione dei seggi e la restituzione delle aule, previa disinfestazione, comportano il non accesso da parte delle scolaresche nei due giorni che precedono e nei due che seguono le votazioni, le scuole sedi di seggio termineranno di fatto le lezioni il 1° giugno (il 2 giugno è festa nazionale).

Da tenere presente che la legge prevede che i giorni di lezione nell’anno scolastico siano almeno 200, e che in molte regioni si era già al limite.

Per quanto riguarda il ballottaggio di due settimane dopo, la proroga del voto a lunedì 20 giugno e la conseguente restituzione delle aule in condizioni di piena agibilità pongono un serio pregiudizio agli esami di Stato (maturità) che iniziano mercoledì 23 giugno, preceduti dall’insediamento preliminare delle commissioni esaminatrici.

E va anche considerato che per l’esame di scuola media martedì 22 giugno sono previste a calendario (noto dall’anno scorso) le prove suppletive per gli studenti assenti per gravi motivi alla sessione ordinaria della settimana prima.

Insomma, se non si risolve l’annoso problema delle sedi elettorali, le attività scolastiche e di conseguenza le famiglie continueranno ad essere penalizzate, costringendo la scuola a piegarsi a logiche che non le appartengono.

Urne aperte anche il lunedì? Ma chi se ne importa degli esami nelle scuole? ultima modifica: 2016-05-16T05:09:01+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl