Arcuri chiude (quasi) l’operazione banchi

di Corrado Zunino, la Repubblica, 27.11.2020.

Il commissario alla lotta contro il Covid annuncia la consegna di 2,37 milioni di pezzi alle scuole italiane: “Mancano quelli destinati agli istituti ora chiusi”. La definisce “senza precedenti”, ma, in verità, non è stata rispettata nessuna data annunciata e la gara ha proceduto tra ritardi e riaperture in corsa.

Gilda Venezia

ROMA – Domenico Arcuri, commissario alle mascherine, al prossimo vaccino, al contrasto in generale della pandemia italiana, grida vittoria, come suo costume. “Abbiamo consegnato tutti i banchi alle scuole”. Quasi tutti, precisa subito nel comunicato, mancano quelli – e sono 38.762 – che non sono potuti passare dal portone dell’istituto perché il plesso era chiuso. Un istituto superiore, si desume. Nelle scuole italiane oggi, ecco, sono stati consegnati 2.369.672 banchi e sedute innovative, “un’operazione senza precedenti e che ha portato negli istituti una quantità di arredi pari a dodici volte la produzione italiana di un anno”, sempre Arcuri.

Dimentica il commissario, però, che non è riuscito a rispettare neppure la terza chiamata: la data di consegna da lui fissata al 31 ottobre era la terza e ultima non onorata. Dimentica di dire, ancora, che quel bando allestito in piena estate lo ha dovuto riaprire perché non c’erano abbastanza imprese partecipanti, che l’ha rivisto in corsa, ne ha dovuto parlare a gara aperta. In mezzo a tanto ritardo e approssimazioni – elementi nati alla fonte, le tardive richieste di ministero e governo, Arcuri lo ha dovuto solo gestire – la domanda adesso è: la scuola italiana aveva bisogno di 2.408.434 banchi per salvarsi dal Covid?

Pare di no, visto che le scuole dei più grandi – tutte le superiori e le seconde e terze medie nelle aree fino a ieri rosse – da un mese sono chiuse per contagi fuori controllo. E il fatto che al 14 settembre erano poche decine di migliaia i pezzi consegnati significa che la maggior parte degli studenti ha iniziato l’anno scolastico arraggiandosi negli spazi precedenti. E lo ha portato avanti così per settimane.

Anche sulla distribuzione delle mascherine – undici milioni al giorno, dice ancora Arcuri – in verità sono tornati in questi giorni i “vuoti” registrati nelle prime settimane: in diversi istituti del Paese i ragazzi vanno di nuovo in classe con mascherine proprie, acquistate dalle famiglie.

.

.

.

.

.

.

.

 

Arcuri chiude (quasi) l’operazione banchi ultima modifica: 2020-11-27T21:43:02+01:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl