Coronavirus-21, più morti e contagi rispetto al 2020 e la scuola…

Gilda Venezia

dal blog di Gianfranco Scialpi, 19.8.2021.

Gilda Venezia

Coronavirus-21, il confronto con l’estate 2020 parla chiaro: non siamo ancora fuori dalla pandemia. Le decisioni del governo sulla scuola sono basate sul rischio ragionato. Saranno sufficienti a tenere lontano le varianti virali dalle aule?

Coronavirus-21, estate 2020 e 2021 i dati a confronto

Coronavirus-21. Da quando è scoppiata la pandemia i dati sono diventati il punto di riferimento per ogni azione o decisione governativa e amministrativa. Non sempre però i numeri danno conto dell’andamento, anche a distanza di mesi. Ogni tanto, quindi è necessario una comparazione per comprendere meglio il trend pandemico. “Il Fatto Quotidiano” di oggi ha pubblicato un interessante articolo dove i dati sono messi a confronto. L’arco temporale comprende l’estate 2020 e 2021. Si legge: ” Estate 2021, contagi più che decuplicati rispetto a 12 mesi fa, morti triplicati e -soprattutto- due terzi della popolazione completamente vaccinata… Nel periodo 1 luglio-18 agosto 2020 si sono avuti in media 278 nuovi contagi al giorno e circa 10 vittime ogni 24 ore. Nello stesso periodo del 2021, invece, si sono registrati in media 30 morti al giorno con una media di contagi giornaliera di poco inferiore ai quattromila casi. Dunque i morti si sono triplicati, ma in una situazione di contagi moltiplicati per quattordici

La risposta della scuola si basa sul rischio ragionato

Certamente il peggioramento della situazione è imputabile alla variante delta ” con cui abbiamo a che fare quest’anno e che ha un livello di contagiosità sette volte superiore rispetto al virus 2020″ (F. Pregliasco)
La comparazione dei dati conferma che la pandemia sta ancora davanti a noi e non alle nostre spalle. Preoccupa la risposta del governo per aprire in sicurezza le scuole. Il Piano scuola 2021-22 sostanzialmente rappresenta un arretramento, rispetto alle decisioni prese lo scorso anno dal governo Conte 2. In questi giorni l’ho scritto più volte: tornano le classi pollaio, scarso impegno per reperire spazi esterni da adibire ad aule, il distanziamento da obbligo a raccomandazione, trasporti all’ 80% ( Lo scorso anno era al 60%)…
Il Piano scuola si basa sul rischio ragionato o calcolato. Sarà sufficiente a gestire una situazione già ora grave, in autunno e in inverno? Le decisioni prese saranno adeguate ed efficaci, anche di fronte alle possibili nuove varianti? Ovviamente tutti ce lo auguriamo, ma sono tanti i timori.

Coronavirus-21, più morti e contagi rispetto al 2020 e la scuola… ultima modifica: 2021-08-19T20:54:56+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl