Le scuole riaprono dopo Pasqua?

di Antonio Cosenza, Money.it, 19.3.2021.

Quando riaprono le scuole? Il Ministero dell’Istruzione sta riflettendo su una ripresa delle lezioni già dopo Pasqua. Ma ci sono diverse variabili da considerare.

Gilda Venezia

Quando riaprono le scuole? Sono circa 6 milioni gli studenti che al momento sono a casa seguendo le lezioni con la modalità a distanza.

A differenza di quanto deciso per la seconda ondata, questa volta ad essere chiuse sono tutte le scuole di ordine e grado, dall’infanzia alla secondaria di secondo grado. Non una buona notizia per le famiglie, le quali – per qualche settimana – dovranno fare a meno del sostegno della scuola.

Non sarà comunque una serrata come quella attuata con il lockdown, quando le scuole sono state chiuse per mesi per riaprire solamente a settembre inoltrato. L’intenzione del Governo è di riaprire il prima possibile, con la possibilità – come previsto dal piano del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi – di aprirle anche in estate per il recupero degli apprendimenti.

Quando riaprono le scuole: il parere del Ministero dell’Istruzione

Nei giorni scorsi il nuovo Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, si è preso un impegno verso il mondo della scuola, annunciando una riapertura – “in sicurezza” – il prima possibile.

Non è stata indicata una data precisa riguardo a quando riaprono le scuole, ma quel “prima possibile” fa sperare per un ritorno in classe già dopo le vacanze di Pasqua.

Lo chiedono con insistenza associazioni, comitati, studenti e anche genitori, una richiesta che mette d’accordo anche i sottosegretari all’Istruzione, convinti della necessità di riaprire le scuole il prima possibile.

A tal proposito, Rossano Sasso – sottosegretario al Ministero dell’Istruzione per la Lega – ha spiegato che per poter riaprire le scuole serve “un miglioramento dei dati”. Non appena questi lo consentiranno – “e si spera già dopo Pasqua” – si potrà avviare “una rapida riflessione insieme al Ministro” per ragionare su come e quando riaprire le scuole, almeno quelle dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado (con l’esclusione, quindi, delle sole scuole superiori).

Per riaprire le scuole servirà, come spiegato da Sasso, stanziare nuove risorse per la messa in sicurezza degli studenti e insegnanti, accelerando sui vaccini e mettendo a punto un sistema di tracciamento efficiente che coinvolga tutti i soggetti che fanno parte del mondo scolastico. E ancora, si dovrà procedere alla realizzazione di “impianti di aerazione e sanificazione degli edifici”, come pure alla riduzione del numero di studenti per classe.

Dello stesso parere l’altro sottosegretario all’Istruzione, la 5 Stelle Barbara Floridia, secondo cui bisogna lavorare fin da subito per “permettere al più presto ai nostri ragazzi di tornare a frequentare la scuola in presenza”.

Quando riaprono le scuole: dopo Pasqua se i dati migliorano

In queste settimane il Ministero dell’Istruzione potrà avvalersi di un importante supporto: in viale Trastevere, infatti, è arrivato Agostino Miozzo, non più coordinatore del Comitato tecnico scientifico.

Questo avrà l’incarico di supportare il Ministero dell’Istruzione nella costruzione di un sistema di dati sulla pandemia, così da avere gli elementi necessari per capire se già dopo Pasqua, in base all’andamento dei dati sul contagio, è possibile riaprire le scuole.

Miozzo ha spiegato che per la riapertura delle scuole “c’è molto lavoro da fare” in quanto bisogna tener conto della complessità della pandemia. L’intenzione del Ministero dell’Istruzione è comunque quella di riaprire, ma servirà capire se ci saranno le condizioni.

A tal proposito, come confermato dal Ministro per la Famiglia, Elena Bonetti, in queste ore sono in corso dei ragionamenti per la riapertura almeno delle scuole dell’infanzia, prevedendo delle regole ulteriori ed una turnazione. E d’altronde in molti Comuni questa formula sta prendendo piede, dove nidi e materne riaprono – con il via libera del Ministero dell’Istruzione – per piccoli gruppi di bambini che faranno compagnia ai propri compagni con disabilità.

Tolta questa formula, però, per la riapertura delle scuole resta una grande incognita. La data indicativa per la ripresa resta quella del 7 aprile, ma ci sono diverse variabili che potrebbero far slittare ancora questo tanto atteso appuntamento.

.

.

.

.

.

Le scuole riaprono dopo Pasqua? ultima modifica: 2021-03-19T15:40:25+01:00 da Gilda Venezia

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl