Scuola italiana, promossa dall’Ocse. In dieci anni grandi passi avanti

Corriere-scuola_logo14

Migliorate le infrastrutture, la formazione degli insegnanti,
resta una delle istituzioni più inclusive del mondo

Il Corriere della Sera  16.6.2015.  

ocse_logo13

Insegnanti migliori, un miglior rapporto prof studenti e scuole, intese come edifici e infrastrutture varie a disposizione dei ragazzi e dei docenti, migliori. L’Italia, nel Pisa in Focus pubblicato il 16 giugno, è tra i Paesi che negli ultimi dieci anni hanno migliorato il loro sistema scolastico. E’ cresciuta, anche se di poco e leggermente al di sotto della media Ocse-Pisa 2012, la qualità del materiale educativo, che va dalle condizioni generali degli edifici scolastici, alle Lim e ad altro materiale che rende la scuola e anche l’approccio ai nuovi metodi educativi più moderni. Tra i Paesi monitorati dall’Ocse-Pisa curiosamente Finlandia, Danimarca e Norvegia sono tra i Paesi con un sistema scolastico efficiente ma con infrastrutture non così moderne.

La scuola per tutti

Il maggior successo della scuola italiana però risiede in altri due ambiti: in dieci anni, dal 2003 al 2012 è migliorato il rapporto tra studenti e ragazzi, cioè l’ambiente in classe è decisamente più appropriato ai tempi ed è migliorata significativamente la capacità inclusiva della scuola italiana. Una tendenza non scontata visto che insieme a Giappone, Svizzera, Corea e Turchia, sono gli unici Paesi in cui gli studenti sono stati più «mescolati» tra di loro e in cui sono state affrontate con maggior sforzo e risultato i casi di inclusione dei ragazzi socio-economicamente svantaggiati.

La sfida del prossimo decennio

Al di là della performance italiana, il rapporto Ocse-Pisa in Focus sottolinea come la sfida del prossimo decennio nei Paesi monitorati sia la necessità di riformare i criteri di accesso alle scuole, dando la possibilità anche agli studenti che provengono da famiglie economicamente svantaggiate di poter accedere a scuole di alta qualità, attraverso incentivi, borse di studio, maggiore trasparenza e informazione, solo così aumenterà l’inclusività e la scuola diventerà finalmente quell’ascensore per la mobilità sociale che finora non è stato.

Scuola italiana, promossa dall’Ocse. In dieci anni grandi passi avanti ultima modifica: 2015-06-17T05:49:39+02:00 da Gilda Venezia
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

GILDA VENEZIA - Associazione Professionale GILDA degli INSEGNANTI - Federazione Gilda Unams

webmaster: Fabio Barina



Sito realizzato da Venetian Navigator 2 srl